in

F1, Domenicali su Hamilton: “Tornerà ancor più determinato”

Il numero uno della FIA, Stefano Domenicali, non ha dubbi sul fatto che Lewis Hamilton continuerà a correre in Formula 1.

Lewis Hamilton

Perdere fa sempre male. Nessun pilota si dirà mai soddisfatto di uscire sconfitto. Ma quanto andato in scena sul circuito di Yas Marina, ad Abu Dhabi, è andato ben al di là per Lewis Hamilton. Pur dominando il Gran Premio, decisivo per l’assegnazione del titolo mondiale, il fuoriclasse britannico si è dovuto infine arrendere a Max Verstappen, ma soprattutto alla sfortuna.

Hamilton: un rospo troppo grande da ingoiare

Lewis Hamilton

L’incidente di Latifi, andato a muro, ha riaperto una gara che sembrava ormai chiusa, riservando un’atroce delusione in casa Mercedes. Nonostante il comportamento da vero baronetto (titolo conferitogli proprio negli scorsi giorni), il 36enne di Stevenage ha fortemente accusato l’esito sfavorevole. E probabilmente gli ci vorrà tempo prima di lenire, almeno in parte, il dolore. Il defollow all’account social della Formula 1 ha insinuato il sospetto di un suo clamoroso ritiro, malgrado il rinnovo di due anni sottoscritto con la casa anglo-tedesca.

Un’eventualità a cui non crede Stefano Domenicali. Il numero uno della FIA è certo su quale sarà il futuro di Hamilton: ricaricherà le batteria e tornerà con ancora più determinazione per aggiudicarsi l’ottavo alloro iridato. Il presidente del Circus, ex team principal della Ferrari, ne ha parlato a Brisighella, dove è stato premiato nel corso della 28esima edizione del Trofeo Bandini, insieme a un altro ex ferrarista dalla storia illustre, vale a dire Massimo Rivola, amministratore delegato di Aprilia Racing.

Domenicali non vede un futuro lontano dalla F1

Stefano Domenicali

Davanti a un pubblico ridotto, per via chiaramente delle restrizioni dettate dall’emergenza epidemiologica, ha avuto luogo l’evento, con la presenza dei due ex dirigenti del Cavallino a richiamare la festosa partecipazione di alcuni Ferrari Club, i quali ne hanno approfittato per scattare non poche foto ricordo in loro compagnia. Poi il via alle premiazioni della manifestazione inaugurata nel 1992, in ricordo dell’indimenticato pilota della rossa morto mentre gareggiava nel Gran Premio di Monaco del 1967.

L’appuntamento prevede di assegnare un riconoscimento alle personalità che contribuiscono e rendono onore al movimento della Formula 1. In passato si sono premiati pure Michael Schumacher, Jacques Villeneuve, Nico Rosberg, Lewis hamilton e l’attuale ferrarista Charles Leclerc, confermato anche per il 2022 sulla monoposto in coppia con lo Carlos Sainz. Nell’edizione 2021 il riconoscimento è andato anche a Bernd Maylander, pilota delle Safety Car di F1, e Jarno Zaffelli, progettisti incaricato a ridisegnare piste quali Zandvoort e Abu Dhabi. Fra gli astri emergenti la scelta è ricaduta su Matteo Nannini, fresco di F2 e F3.

Looks like you have blocked notifications!