Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha sbloccato un importante stanziamento di ben 240 milioni di euro a sostegno dell’autotrasporto. La posposta fatta dal MIT ha ricevuto l’approvazione dal tavolo dell’autotrasporto merce e riguarda il periodo 2019-2021.

Il Dicastero ha presentato la bozza alle associazioni di categoria (Conftrasporto Fedit Assotir, Aiti, Cna Fita, Casartigiani, Anita, Confartigianato trasporti, Fai, Conf Cooperative, Unitai, Lega Coop servizi, Fiap e Trasportounito) che hanno deciso di dare il via libera.

Mercedes autotrasporto

Autotrasporto: il MIT stanza i 240 milioni di euro per supportare il settore

I 240 milioni di euro stanziati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sono così divisi: 140 milioni per il rimborso dei pedaggi autostradali, 70 milioni per le spese di viaggio non documentato, 25 milioni per l’investimento sul rinnovo parco mezzi e 5 milioni per la formazione. Oltre a questo, verranno stanziati altri 20 milioni di euro per sostenere il settore.

Una delle associazioni, Anita, però si è lamentata per via della cattiva partizione della somma. In particolare, la quota destinata alla formazione e agli investimenti per rinnovare il parco veicoli è stata tagliata ulteriormente rispetto a quanto detto in occasione del Transpotec.

Anita spera che i 100 milioni di euro promessi dal viceministro Rixi arrivino quanto prima così da poter aggiornare il parco dei mezzi che in questo momento comprende solo il 2% di veicoli Euro 6 mentre il 19% è Euro 3.

Conftrasporto, invece, apprezza l’impegno del viceministro Edoardo Rixi per aver tenuto fede agli impegni assunti in occasione dell’evento veronese.