Volkswagen, Bmw e Mercedes
Volkswagen, Bmw e Mercedes

Lo scorso mese i produttori di autoveicoli tedeschi BMW, Volkswagen e Daimler hanno venduto ancora più auto negli Stati Uniti. Il boom del SUV e la battaglia delle vendite scontata che circonda il fine settimana di festa del Labor Day hanno influenzato le classifiche del settore. Anche altri produttori hanno registrato una forte crescita il mese scorso.

La forte domanda di SUV urbani mantiene la Volkswagen negli Stati Uniti sulla strada del successo: ad agosto, le vendite sono aumentate rispetto allo scorso anno del 9,8 percento a 35.412 auto come riportato dalla società. Anche nell’anno in corso, c’è stato un netto aumento delle vendite del 6,6 per cento.  Se la tendenza al rialzo continua, Volkswagen dovrebbe rilasciare per la prima volta nel 2019 più veicoli tra la clientela statunitense rispetto al 2014. Questo è stato l’ultimo anno intero prima che lo scandalo dei gas di scarico causasse il crollo delle vendite colosso automobilistico tedesco.

Daimler aumenta le vendite di quasi il 22 percento rispetto all’anno precedente

Per Daimler è andato ancora meglio negli Stati Uniti il ​​mese scorso. Le vendite di Mercedes-Benz sono aumentate del 21,8 percento su base annua a 24.771 veicoli, secondo la sede americana della società ad Atlanta. Compresi i marchi Vans e Smart, le vendite sono aumentate del 24,9 percento. Tuttavia, il bilancio del gruppo rispetto all’anno precedente è ancora negativo in misura dell’1 per cento.

Le fiorenti vendite di SUV hanno anche portato la rivale tedesca di lusso di Daimler, BMW ad agosto ad un significativo aumento delle vendite sul mercato statunitense. Il mese scorso, il marchio è aumentato del 7,2 per cento a 25.505 nuove auto rispetto all’anno precedente, ha dichiarato la società a Woodcliff Lake. La BMW ha finora aumentato le sue vendite negli Stati Uniti del 2,9 percento dall’inizio dell’anno.