Daimler afferma che gli affari in Cina si stanno riprendendo

Daimler BAIC Mercedes

Il produttore di Mercedes-Benz, Daimler ha visto gli affari stabilizzarsi in Cina dopo che il paese ha allentato i blocchi del coronavirus. Domenica lo ha riferito a un giornale un dirigente della casa automobilistica tedesca. “Solo in Cina, abbiamo venduto di nuovo circa 50.000 veicoli a marzo. Questo ci rende fiduciosi”, ha dichiarato Markus Schaefer, amministratore delegato per la produzione, al quotidiano Bild am Sonntag.

Ripartono gli affari di Daimler in Cina

Mercedes-Benz ha consegnato un totale di circa 477.400 autovetture in tutto il mondo tra gennaio e marzo. Il rapporto non indicava quanti di questi fossero andati ai clienti in Cina, che l’anno scorso avevano acquistato 694.200 auto Mercedes-Benz, il 29% delle vendite totali. A partire da lunedì, le auto sono destinate a lasciare la catena di montaggio di Daimler in Germania. Gli stabilimenti per autovetture Sindelfingen e Brema avvieranno la produzione di veicoli Classe E e S.

La Cina è il più grande mercato per la Classe S costruita a Sindelfingen. Normalmente diverse centinaia di veicoli escono ogni giorno dalla catena di montaggio di Sindelfingen. “Non raggiungeremo questo numero immediatamente quando la produzione inizierà la prossima settimana”, ha affermato Schaefer. Giovedì Daimler ha riportato un calo di quasi il 70% dell’utile operativo del primo trimestre a causa della pandemia e ha avvertito che il flusso di cassa che utilizza per pagare i dividendi diminuirà quest’anno.

Ti potrebbe interessare: Daimler Buses converte Citaro per il trasporto di pazienti COVID-19

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI