Daimler

Nel settore auto, la crisi coronavirus, secondo il dirigente di Daimler Michael Brecht lascerà cicatrici profonde e non sarà superata così in fretta. “Nessuno dovrebbe credere ora che ciò sarà fatto in due settimane”, ha detto Brecht dell’agenzia di stampa tedesca. Daimler per ora non produce automobili e veicoli commerciali. “Al momento, mi sembra difficile pensare che le persone compreranno di nuovo masse di automobili tra qualche settimana” Ciò che il governo sta attualmente facendo per chiudere la vita pubblica è giusto e necessario. Di conseguenza, si svilupperà una crisi economica.

Daimler ha in gran parte interrotto la produzione in Europa per le prime due settimane, a seconda di come si sviluppa la situazione, un’estensione non è esclusa. L’obiettivo era proteggere la forza lavoro e contribuire a spezzare la diffusione dell’infezione. E il gruppo ha già indicato che una fase con una domanda inferiore è imminente.

I dipendenti ammortizzano la pausa obbligatoria per il momento con le ferie o la cassa integrazione. Brecht presuppone, tuttavia, che il lavoro inevitabilmente dovrà essere riavviato tra qualche settimana. “Abbiamo creato le condizioni per lavorare a breve dalla terza settimana in poi”, ha detto. “E la mia opinione personale è che ciò accadrà.”

Allo stesso tempo, ha sottolineato: “Questo non è l’inizio di un disastro finanziario ingestibile”. Anche nel peggiore dei casi, cioè se il lavoro di breve durata fosse temporaneamente ridotto a zero, i dipendenti riceverebbero comunque l’80% dei loro salari netti. I lavoratori temporanei potrebbero anche rimanere a bordo. “Sono più che certo che l’indennità di lavoro a breve termine ci fornisca un buon strumento per uscire da questa crisi con un numero quasi uguale di dipendenti”, ha affermato Brecht.

“In ogni caso, è importante rimanere posizionati in modo tale che la ripresa sia rapida e che non siano necessari mesi dopo la fine della crisi per trovare le persone necessarie. Alcune aree sono pertanto rimaste operative, come ad esempio la preparazione di nuovi veicoli, con la massima protezione possibile dei dipendenti. “Dobbiamo gestire questa crisi”, ha detto Brecht. “Ma ci sarà ancora vita dopo il coronavirus.”