Daimler: i camion a emissioni zero devono essere resi competitivi

Martin Daum Ottmar Edenhofer

L’ultimo episodio del podcast Transportation Metters di Daimler ha riguardato il trasporto merci a emissioni zero del futuro. Il gruppo tedesco si concentra sul prezzo della CO2 perché, oltre alla giusta tecnologia del veicolo e alla necessaria infrastruttura di ricarica e rifornimento, l’economia è un altro fattore molto importante per i clienti dei camion. Sono i regolatori a dover decidere al meglio su questo fronte.

Martin Daum, CEO di Daimler Truck e presidente del consiglio di amministrazione della sezione veicoli commerciali dell’Associazione dei costruttori automobilistici europei (ACEA – European Automobile Manufacturers’ Association) ha parlato con il professor Dr. Ottmar Edenhofer, direttore del Potsdam Institute for Climate Impact Research – uno dei massimi esperti degli aspetti economici del cambiamento climatico.

Daimler: l’ultimo episodio di Transportation Metters si è concentrato sui camion a zero emissioni

I camion a emissioni zero di CO2 sono attualmente molto più costosi rispetto ai veicoli tradizionali. Pertanto, è necessario un quadro politico chiaro per garantire sia la domanda che l’economia.

Daum e Edenhofer hanno discusso su un sistema di tassazione basato sui livelli di anidride carbonica, oltre a degli incentivi per la tecnologia CO2 neutral. Per il professore, però, un sistema di scambio di quote di emissione è la leva essenziale per ridurre i gas serra.

Gli attori economici hanno bisogno di certezza nella pianificazione. Ecco perché l’UE dovrebbe introdurre un percorso di prezzo minimo trasparente e stabile come parte del suo sistema di scambio di emissioni. Poiché ci sono forti obiezioni costituzionali contro la tassazione della CO2 a livello UE, per me non c’è alternativa: dobbiamo impegnarci nello scambio di emissioni se vogliamo essere climaticamente neutri entro il 2050“, ha affermato il professore.

I nostri clienti prendono decisioni di acquisto razionali. Da un lato non vogliono scendere a compromessi quando si tratta di idoneità all’uso quotidiano, tonnellaggio e autonomia dei loro camion, ma dall’altro lo stesso vale per i costi anche. Ora si tratta di creare il quadro e le condizioni giuste per rendere competitivi i veicoli a emissioni zero e completamente elettrici, in altre parole, la scelta migliore per i nostri clienti“, ha aggiunto Martin Daum.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!