in

Daimler decide sul futuro di Aston Martin

Ogni potenziale acquirente del costruttore dell’auto richiede l’approvazione di Daimler in virtù dell’accordo tra le due società

Aston Martin e Daimler

Aston Martin Lagonda ha perso più della metà del suo valore da quando è stata quotata alla borsa di Londra lo scorso ottobre. In questo contesto, il produttore di auto di lusso nei mercati azionari è considerato come un obiettivo di acquisizione attraente. Il problema: ogni potenziale acquirente del costruttore dell’auto deve avere l’approvazione di Daimler. Nel 2013, la casa automobilistica tedesca ha firmato un contratto con Aston Martin per la fornitura dei suoi motori Mercedes e componenti elettronici ad alte prestazioni, incluso il sistema di infotainment. In cambio, Daimler ha ricevuto il 5 per cento delle azioni senza diritto di voto dal costruttore britannico di auto sportive.

Tuttavia, il prospetto informativo di 321 pagine di Aston Martin contiene informazioni che limitano la capacità dell’azienda britannica di ottenere, senza l’approvazione di Daimler, “investimenti da parte di alcuni concorrenti strategici di Daimler o di altre parti limitate”. In altre parole, la casa automobilistica tedesca ha in mano Aston Martin e può determinare chi può acquistare quote dell’azienda inglese. La stessa Aston Martin sottolinea che il rapporto con Daimler è vantaggioso per entrambe le parti. Infatti, Daimler può fermare la consegna del motore solo con un preavviso di almeno tre anni. D’altra parte, potrebbe essere necessario molto tempo nell’industria automobilistica per trovare un accordo alternativo con il fornitore.

Looks like you have blocked notifications!