Daimler deciderà sul futuro del suo brand Smart entro la fine di quest’anno, secondo quanto riferito dal quotidiano economico tedesco Handelsblatt. Il gruppo tedesco, che vende i marchi Mercedes-Benz e Smart, non sarebbe più disponibile a ripianare le perdite del suo marchio di microcar, ha detto il giornale. L’amministratore delegato di Daimler, Ola Kallenius, che succede a Dieter Zetsche a maggio, non ha “storia con Smart” e “non si fa scrupoli a uccidere il marchio se necessario”, ha detto il giornale citando un membro della società.

Dal suo lancio nel 1998, Smart ha accumulato perdite per miliardi di euro, stimano gli analisti finanziari. Nell’ultima ristrutturazione del marchio, Daimler la sta trasformando in un marchio di mobilità urbana elettrica che vende solo auto completamente elettriche. Ma una mossa del genere potrebbe essere troppo costosa, ha riferito Handelsblatt. Per ridurre i costi di sviluppo, Daimler ha co-ingegnerizzato la gamma attuale di Smart dei due modelli, la ForTwo e la ForFour, con la Renault Twingo ma la Renault sta valutando di abbandonare la partnership, hanno riferito i rapporti.

Le vendite globali di Smart sono scese del 4,6% a 128.802 l’anno scorso. Evercore ISI ha detto che la fine del marchio sarebbe auspicabile, visto che le perdite dovrebbero essere nel 2019 tra i 500 milioni di euro e i 700 milioni di euro. “Non possiamo vedere come un’azienda tedesca di microcar possa generare un profitto, i costi sono semplicemente troppo alti”, ha detto Evercore in una nota agli investitori.