in

Daimler potrebbe essere costretta a pagare milioni di euro per il lavoro notturno dei suoi dipendenti

Un dipendente di Mercedes ha fatto causa al gruppo e chiede un supplemento notturno che potrebbe essere molto costoso

Daimler Brema
Daimler Brema

Una prossima sentenza del tribunale del lavoro dello stato di Brema potrebbe costare molto cara a Daimler e anche alle altre aziende che operano nello stesso settore in Germania. Infatti se la corte dovesse essere d’accordo con il querelante, i turni di lavoro potrebbero essere pagati in modo diverso in futuro. E’ stato un dipendente dello stabilimento Daimler di Brema a consegnare in estate 2016 la querela.

L’impiegato lavora nel turno notturno. Per questo ottiene un supplemento di turno del 15% sul suo stipendio. Ma chi non lavora abitualmente di notte ma solo occasionalmente riceve un aumento del 50% sul suo compenso. Volker Stahmann, afferma: “Non fa differenza se si lavora regolarmente o in modo irregolare nel turno di notte.” Nel pagamento diverso l’impiegato vede una violazione del requisito della parità di trattamento. Stahmann è sostenuto dal Tribunale Federale del Lavoro (BAG) di Erfurt.

Lo scorso marzo è stato deciso per un caso analogo nel settore tessile che i turni regolari e irregolari devono essere pagati allo stesso modo. Altrimenti, i normali turnisti sarebbero stati penalizzati secondo i giudixi. Secondo Stahmann, il tribunale di Brema nel processo a metà gennaio aveva indicato che le cose potevano essere simili per il dipendente di Daimler. Il tribunale ha calcolato che al dipendente spetterebbero 960 euro al mese in più per un totale di 29.000 euro. Questo significa che se il tribunale dovesse dare ragione al querelante il gruppo tedesco dovrebbe pagare milioni di euro ai suoi dipendenti per il lavoro notturno in maniera da evitare un trattamento diverso.

Looks like you have blocked notifications!