F1: Hamilton si qualifica secondo mentre Bottas decimo

Lewis Hamilton Valtteri Bottas Mercedes-AMG Petronas F1

Il team Mercedes-AMG Petronas F1 ha fatto progressi positivi dopo un inizio difficile del weekend a Baku. Lewis Hamilton si è qualificato secondo mentre Valtteri Bottas 10º. Il pilota britannico inizierà il Gran Premio dell’Azerbaigian in P2 dopo un fantastico giro in Q3 e dopo aver mostrato la sua forma durante le qualifiche. Per la seconda gara consecutiva, il compagno di squadra è stato fermato per una bandiera rossa, nonostante fosse il terzo più veloce nel primo settore ed è stato quindi costretto ad accontentarsi della P10.

Lewis Hamilton Valtteri Bottas Mercedes-AMG Petronas F1
Lewis Hamilton a bordo della sua monoposto Mercedes

Di seguito, trovate le dichiarazioni rilasciate dai piloti Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, dal direttore esecutivo della scuderia Toto Wolff e dal direttore tecnico a bordo pista Andrew Shovlin.

Date le circostanze difficili, sono solo sopraffatto e davvero felice di fare quel giro. Sicuramente non ce lo aspettavamo, e questo è un risultato così monumentale per noi perché abbiamo lottato. Abbiamo mantenuto la calma e abbiamo continuato ad avere conversazioni difficili in sottofondo, sfidandoci a vicenda e senza mai accettare un “no” come risposta. Oggi è stato il salto più grande che siamo riusciti a fare tra le FP3 e le qualifiche. Abbiamo scoperto qualcosa alla fine delle FP3 e abbiamo continuato a spingere in quella direzione. È stato così difficile e c’è stato così tanto lavoro in fabbrica durante la notte e oggi. Spero che tutti siano felici, ma abbiamo ancora un lavoro da fare domani. Il nostro ritmo di gara è molto migliore del nostro ritmo sul giro singolo, siamo a miglia di distanza su un singolo giro e molto più vicini nel ritmo di gara. Non capiamo perché, ma mi piacerebbe pensare che domani potremo lottare al meglio con le altre scuderie

Il mio ritmo ha sofferto per tutto il fine settimana e sento che alla fine c’è qualcosa che non va perché sono al limite ma così lontano dal ritmo – se spingo più forte, sono nel muro. Ci alterniamo e questo fine settimana è stata la scelta di Lewis di decidere chi esce per primo dal box quindi ovviamente nella prima manche della Q3 ha avuto il mio traino e nella seconda manche ho provato a farmi trainare da Charles ma c’è stata la bandiera rossa che mi ha fermato. Domani sarà una sfida, ma so che può succedere di tutto in questa gara: sono arrivato prima di un giro e sono tornato davanti. Quindi non si sa mai e di sicuro continueremo a provare e cercherò solo di capire tutto quello che posso stasera e combattere domani

Il lavoro che è stato svolto a Brackley e Brixworth e dagli ingegneri qui, è fantastico: hanno progettato un programma incredibile che abbiamo seguito riga per riga. Abbiamo fatto una serie di esperimenti: alcuni erano utili, altri no, ma siamo riusciti a ottenere risposte alle nostre domande e quindi a produrre un’auto che fosse buona. Ieri i nostri long run sembravano buoni e avevamo un ritmo simile a quello delle Red Bull, quindi penso che domani abbiamo buone possibilità di ottenere un buon risultato

Non ci aspettavamo davvero di avere una monoposto in prima fila per la sessione, ma Lewis ha sfruttato al massimo quello che aveva ed è stato in grado di fare giri piuttosto impressionanti per tutto il tempo. Era riuscito a prendere un’idea migliore con l’anteriore nella sessione mattutina ed è riuscito a sfruttare quello in qualifica, il che è stato incoraggiante. Valtteri ha avuto un weekend difficile fin dall’inizio. Dobbiamo analizzare la sua vettura per cercare di capire dove sia il problema perché non ha il grip che Lewis ha avuto, indipendentemente da dove abbiamo messo la messa a punto. La gara dovrebbe essere interessante domani. Venerdì abbiamo fatto un long run ragionevole. È anche uno di quelli in cui tutto può succedere con un’alta probabilità di safety car e bandiere rosse, ma speriamo di poter andare avanti con entrambi i piloti

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!