Free Now estende la campagna per rimborsare la corse verso i centri di vaccinazione

Free Now estende campagna rimborsi vaccinazione

Free Now è stata la prima piattaforma ad offrire il rimborso delle corse in taxi a tutti i gruppi prioritari stabiliti nella strategia di vaccinazione COVID-19 del Governo italiano. Con l’accelerata della campagna vaccinale avanza anche l’iniziativa di Free Now che estende così il rimborso del proprio servizio a un raggio di cittadini sempre più ampio, includendo le categorie di persone con elevata fragilità, gli over 60 e gli under 60 con patologie accessorie.

Andrea Galla, Country Manager di Free Now Italia, ha detto: “Siamo lieti di poter fare la nostra parte e affiancare nel concreto la strategia di vaccinazione anti Covid del nostro Paese. Durante tutta la pandemia, siamo stati in costante dialogo con le autorità pubbliche per collaborare il più possibile. Da febbraio, offriamo il nostro aiuto in ciò che sappiamo fare meglio: permettere alle persone di spostarsi in totale sicurezza e, perché no, riuscire anche a risparmiare. Grazie a questa iniziativa, per cui Free Now ha stanziato un budget di 1 milione di euro, migliaia di persone in tutta Europa hanno raggiunto i centri di vaccinazione gratuitamente, in modo rapido e sicuro. Questa per noi è una grande soddisfazione, perché crediamo di aggiungere un tassello importante nel rendere la campagna vaccinale italiana più efficace“.

Free Now: il servizio di Daimler continua a supportare la battaglia contro il coronavirus

L’iniziativa, partita lo scorso febbraio, ha permesso a migliaia di persone in Europa di andare a farsi vaccinare contro il nuovo coronavirus in spazi sicuri e igienici, quali i taxi. In particolare, sono Irlanda, Polonia e Italia i paesi in cui la campagna ha ottenuto un’accoglienza maggiore.

A livello nazionale, Roma si attesta la città in cui gli utenti di Free Now hanno richiesto il maggior numero di rimborsi, effettuando circa il 60% delle corse totali portate a termine in Italia nell’ambito dell’iniziativa. A seguire, Milano e Torino con rispettivamente il 30% e il 10% sul totale delle corse verso i centri vaccinali.

Una delle funzionalità più apprezzate dagli utenti del servizio, in particolare in occasione della campagna vaccinale, è proprio la possibilità di poter richiedere corse per l’accompagnamento di parenti e anziani da remoto.

Circa il 60% di tutte le corse sono state effettuate da terze persone che non solo hanno potuto seguire il viaggio direttamente dall’app ma sono stati anche in grado di effettuare l’anticipo del pagamento della corsa con pochi e semplici click, ricevendo la ricevuta del viaggio direttamente sul proprio indirizzo e-mail.

Per ricevere il rimborso sarà necessario contattare il servizio clienti dell’azienda e fornire la ricevuta della corsa effettuata con l’app di Free Now e un documento che certifichi l’appuntamento presso il centro vaccinale o il vaccino stesso. È possibile scoprire maggiori informazioni sull’iniziativa direttamente alla pagina dedicata.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!