Hamilton esalta il Brasile, ma dice: “Interlagos è il mio tallone d’Achille”

Wolff e Hamilton
Wolff e Hamilton

Lewis Hamilton ha vinto il suo primo titolo mondiale nel circuito di Interlagos nel 2008. Un decennio dopo, con altri quattro trofei nella sua galleria, il britannico vede ancora la pista Paulista come una delle più impegnative del calendario di Formula 1. “Poiché si corre in senso antiorario, Interlagos è uno dei circuiti più difficili. La temperatura ha sempre un certo effetto. Il degrado delle gomme è un problema, ci sono curve assai impegnative e anche qui abbiamo l’altitudine. È un test intenso. È una sfida per il motore “, ha detto il pilota della Mercedes in una conferenza stampa che si è svolta nella giornata di mercoledì.

Lewis Hamilton ammette che da sempre si trova in difficoltà nel tracciato di Interlagos

Nei suoi 4,309 km, la pista dell‘Autodromo José Carlos Pace provoca sensazioni diverse a Lewis Hamilton. Nel 2007, quando guidava la McLaren, finì settimo e perse il titolo da Kimi Raikkonen. L’anno successivo, tuttavia, ha preso il titolo all’ultimo giro finendo quinto. La sua unica vittoria nel circuito è avvenuta nel 2016, il che è servito solo a posticipare il titolo di Nico Rosberg, ex compagno di squadra della Mercedes. “Per qualche ragione, Interlagos è sempre stato il mio tallone d’Achille. Le ultime gare qui non sono state buone per noi. Proviamo a cambiare “, ha detto il britannico che vuole regalare alla sua scuderia già domenica il quinto titolo costruttori di fila dopo aver vinto il titolo piloti nello scorso Gran Premio del Messico.

Looks like you have blocked notifications!