Le sfide del nuovo CEO di Daimler Ola Kaellenius

Ola Kallenius
Ola Kallenius

Il nuovo CEO di Daimler, Ola Kaellenius, assumerà la posizione nel gruppo automobilistico il 22 maggio con una lunga lista di sfide per consolidare il percorso positivo nel mercato azionario dopo aver toccato i minimi a gennaio. Gli analisti si aspettano che lui presenti il ​​piano strategico della compagnia in estate, il che dà al gestore un margine di manovra di soli due-tre mesi. “Gli elevati costi in ricerca e sviluppo legati all’eliminazione di diesel e materie prime suggeriscono che Kaellenius darà priorità alla riduzione dei costi”, ha dichiarato l’ultimo Bloomberg Intelligence sul marchio.

Daimler ha registrato un utile netto attribuibile di 2.095 milioni di euro tra gennaio e marzo di quest’anno, il 7,8% in meno rispetto ai 2.273 milioni registrati nello stesso periodo dell’anno precedente, sebbene mantenga le sue previsioni per tutto il 2019, secondo i dati presentati di recente dalla multinazionale tedesca. Il debole primo trimestre di Daimler è stato trascurato in quanto gli investitori si sono concentrati sulle previsioni annuali e sulla figura del nuovo CEO Ola Kaellenius.

La debolezza dei primi tre mesi dell’anno è dovuta secondi Bloomberg alla transizione verso i veicoli elettrici e ad un rallentamento nei principali mercati globali auto. “Rimangono delle domande sulla sostenibilità del dividendo tagliato di recente”, hanno aggiunto. La società con sede a Stoccarda ha giustificato questi minori profitti a causa del taglio delle vendite sperimentato in diversi paesi, nonché una maggiore concorrenza nei mercati e l’ aumento del prezzo delle materie prime.

In quello che dovrebbe essere interpretato come un punto basso per l’azienda nel 2019, L’EBIT del primo trimestre è sceso del 38%. La società si aspetta che il secondo semestre sia migliore del primo. Per Daimler, il nuovo piano strategico di Ola Kaellenius, pianificato per l’estate, “dovrebbe essere un catalizzatore chiave”. Il gruppo automobilistico tedesco vive un buon 2019 in borsa. Le azioni di Daimler si sono attestate il 6 maggio ad un prezzo di 57,34 euro, che rappresenta una rivalutazione del 24,9% finora nel 2019. Il problema sta in quello che è accaduto lo scorso anno. Solo nel 2018 , le azioni del gruppo sono diminuite del 35% ben al di sotto dei 93 euro registrati dal gruppo tedesco nel febbraio 2015.

Looks like you have blocked notifications!