Marko: “Hamilton avrebbe dovuto essere sanzionato a Monaco”

Hamilton e Verstappen

Il GP di Monaco ha visto due incidenti in cui è stato coinvolto Max Verstappen. Il primo si è verificato durante i pit stop dopo che la Safety Car ha lasciato la pista nei primi 10 giri. E il secondo, negli ultimi giri della gara, quando l’olandese ha cercato di strappare il comando a Lewis Hamilton dopo un lungo assedio. La Red Bull ha portato Verstappen fuori dai box con troppa fretta, facendolo partire pitlane proprio mentre la Mercedes di Valtteri Bottas passava. Entrambi hanno camminato in parallelo diversi metri prima di toccarsi. Il finlandese ha subito una foratura quando ha colpito il guardrail. I commissari del GP di Monaco hanno punito l’olandese con cinque secondi per l’uscita pericolosa dalla sua postazione, che è stata aggiunta alla fine della gara poiché non c’erano più fermate e lo hanno relegato alla quarta posizione finale.

Ma Helmut Marko, consigliere della Red Bull Racing, non è d’accordo con l’interpretazione dei commissari e ha criticato duramente la sua esibizione. “Bottas era dietro e quindi la penalità di 5 secondi è stata eccessiva. Non credo che i commissari siano grandi fan di Max. Per quanto riguarda il secondo scontro, penso che Hamilton abbia chiuso a sinistra. Dunque anche Hamilton andava penalizzato. Ma ciò non è accaduto perché oggi indossava un cappello rosso “, ha detto in riferimento al tributo dell’inglese per Niki Lauda.

Looks like you have blocked notifications!