Radek Jelinek, nuovo presidente e CEO di Mercedes-Benz Italia, ha espresso nelle scorse ore un suo pensiero riguardo all’ecotassa introdotta dal nuovo Governo.

In particolare, il numero uno del ramo italiano del marchio automobilistico di Affalterbach sostiene che: “Lo sviluppo delle automobili non è come un gelato, che puoi cambiare ricetta ogni giorno. E Mercedes-Benz sta investendo molto nel futuro“. Egli continua dicendo che: “La situazione peggiore è l’incertezza. Non possiamo collaborare in modo efficace se non sappiamo mai quello che dobbiamo fare”.

Mercedes ammonisce Governo ecotassa

Mercedes: il presidente della divisione italiana esprime un suo pensiero sulla ecotassa

Jelinek ha aggiunto. “Non vorrei portare sfortuna: quando arrivai nel 2011 fu introdotto il superbollo. Misura sbagliata. Come va con l’attuale governo? Il superbollo avrebbe dovuto fare scuola. Se c’è incertezza la gente non compra. Per la questione ambientale abbiamo già una timeline molto rigida della UE. Dovrebbe bastare quella. E’ una follia che lo Stato, le regioni o i comuni decidano autonomamente. Non siamo qua per criticare la politica. Siamo qua per parlare con le amministrazioni. Mercedes Italia è una parte, con impiegati, concessionari e fornitori, del Paese“.

Il CEO di Mercedes-Benz Italia ha dichiarato, poi, che il futuro sarà molto diverso in quanto il settore automotive affronterà il cambiamento più grande di sempre. Attualmente, i numeri di Mercedes-Benz, Smart e veicoli commerciali e industriali sono tutti positivi.

Dalle parole di Jelinek emerge anche che il diesel continuerà a essere sviluppato poiché “Resta una colonna per il futuro. Un motore sostenibile che rispetta le regole. Rispettiamo, rimanendo al di sotto di molto, i futuri parametri RDE (Real Driving Emissions)“.