Mercedes-Benz 280SL 1969 asta

La serie W113 di Mercedes è composta da vetture costruite tra il 1963 e il 1971 e conosciuto in tutto il mondo con il soprannome di Pagoda.

In occasione di un’asta che si terrà a Scottsdale (in Arizona) il 16 gennaio 2020, Bonhams proporrà in vendita un esemplare del 1969 della Mercedes-Benz 280SL appartenente proprio alla serie W113. Rispetto alla 250SL, la nuova vettura arrivò sul mercato con il nuovo motore 130.983 ad iniezione con cilindrata di 2778 cm³ e potenza massima di 170 CV.

Mercedes-Benz 280SL 1969 asta
Mercedes-Benz 280SL interni

Mercedes-Benz 280SL: Bonhams metterà all’asta un esemplare in perfette condizioni

Anche se le prestazioni rimasero invariate rispetto al modello precedente, il nuovo powertrain riusciva a garantire una coppia maggiore, apportando quindi miglioramenti sia all’accelerazione che allo spunto. Inoltre, la Mercedes-Benz 280SL rappresenta l’ultimo modello prodotto della serie W113, poi sostituita nel ‘71 dalla R107.

Ritornando all’esemplare del 1969 proposto da Bonhams, si tratta di una vettura equipaggiata con il raro e tanto desiderato cambio manuale a 4 velocità. Recentemente, la vettura ha subito un completo restauro per un totale di oltre 41.000 dollari.

Mercedes-Benz 280SL 1969 asta
Mercedes-Benz 280SL laterale

Come detto poco fa, la terza ed ultima iterazione della Pagoda, la 280SL, è diventata una vettura estremamente famosa. Secondo gli addetti ai lavori, quest’auto venne apprezzata da molte persone per ingegneria, raffinatezza e costruzione di alta qualità unici nel suo segmento.

La Mercedes-Benz 280SL aveva lo stesso telaio della W111 modificato con sospensioni anteriori indipendenti, freni a disco su tutte e quattro le ruote e un asse posteriore oscillante. La potenza proveniva da una versione da 2.8 litri del motore a 6 cilindri in linea di Mercedes che utilizza un sistema di iniezione Bosch.

Tale combinazione produceva 160 CV di potenza a 5700 giri/min nelle versioni destinate al mercato statunitense. Se ciò non bastasse, la roadster presenta anche uno dei design più belli prodotti negli anni ’60.