Mercedes-Benz ha annunciato la mattina di martedì 4 dicembre l’assunzione di 600 dipendenti nel suo stabilimento a São Bernardo do Campo in Brasile. Di conseguenza, la società ri-opererà in due turni nella linea di produzione di camion. Il doppio turno era stato sospeso dal 2014. Nel settore dei componenti, motori, ingranaggi e assi, riprenderà il terzo turno, che è stato sospeso cinque anni fa. I primi 400 lavoratori inizieranno a lavorare a gennaio e altri 200 posti vacanti verranno aperti ad aprile.

“Dopo momenti difficili, siamo ottimisti sul fatto che il mercato migliorerà e la produzione aumenterà”, ha dichiarato Philipp Schiemer, presidente di Mercedes-Benz Brasile e America Latina. Le vendite dei camion della marca tedesca sono cresciute di circa il 30% quest’anno rispetto al 2017 e l’incremento dovrebbe essere a “due cifre” il prossimo anno, secondo l’esecutivo.

Inizialmente le nuove assunzioni saranno effettuate a tempo. I contratti dureranno un anno, con possibilità di estensione per un altro anno. “Siamo ottimisti, ma dobbiamo stare attenti a non dover licenziare come in passato”, ha detto Schiemer.

Dal 2012 in poi sono stati tagliati 4 mila posti di lavoro nella fabbrica, che ora dà lavoro a 8 mila lavoratori. Per le prime 400 assunzioni, Mercedes-Benz ha ricevuto 12 mila curriculum. “Persino il sito Web dell’azienda è stato preso d’assalto”, afferma Luiz Carlos Moraes, direttore delle comunicazioni aziendali.