Mercedes-Benz USA è sotto inchiesta da parte delle autorità di sicurezza statunitensi che affermano che il produttore tedesco di auto di lusso potrebbe aver impiegato troppo tempo a inviare avvisi di richiamo di sicurezza ai proprietari di automobili e informare il governo americano. L’Amministrazione nazionale per la sicurezza del traffico autostradale ha dichiarato all’unità americana del gruppo tedesco Daimler di essere a conoscenza di numerosi casi in cui i proprietari di auto richiamate non sono stati informati all’interno della finestra di 60 giorni imposti dalla federazione. Secondo il governo degli Stati Uniti, Mercedes-Benz è stata troppo lenta nel notificare ai proprietari dei veicoli i richiami in più di 1,4 milioni di casi nel 2017.

Mercedes-benz sotto indagine in USA per alcune irregolarità nella comunicazione dei richiami

La società di Stoccarda avrebbe “omesso informazioni critiche sul problema per il quale era stata ordinato il richiamo o sui dettagli sui suoi piani di richiamo”, ha scritto Stephen Ridella, direttore dell’ufficio per la tutela delle indagini dell’ufficio della Difesa della NHTSA. L’agenzia federale statunitense starebbe indagando anche sul modo in cui all’interno di Mercedes-Benz venivano prese le decisioni di richiamo e veniva informata la NHTSA su di loro, secondo un altro deposito.

Mercedes avrà 3 settimane di tempo per rispondere alle contestazioni

Il produttore automobilistico tedesco avrebbe spesso mancato di soddisfare i requisiti prestazionali necessari per supportare la ricerca dei numeri di identificazione del veicolo, ha detto NHTSA nella lettera datata 22 ottobre. La divisione Recall Management del dipartimento sta aprendo una query di controllo per indagare su queste accuse. Il risultato finale è stato che “i proprietari di veicoli potenzialmente interessati non sono  stati in grado di ottenere informazioni relative ai richiami di sicurezza aperti sui loro veicoli”, secondo il deposito.

In una dichiarazione inviata per e-mail, Mercedes-benz ha dichiarato: “facciamo di tutto per garantire che le campagne di richiamo e le notifiche dei clienti vengano eseguite in modo tempestivo. Lavoreremo a stretto contatto con NHTSA su questa query di audit per rispondere alle sue preoccupazioni. ”

La casa automobilistica di Stoccarda corre il rischio di dover pagare una multa sino a 105 milioni di dollari

Alla casa automobilistica tedesca è stato ordinato di rispondere alla lettera della NHTSA entro tre settimane che partono dal 22 ottobre 2018. nel caso in cui Mercedes-Benz non risponda a questa lettera entro il tempo assegnato potrebbe arrivare una multa sino a 105 milioni di dollari. I richiami in questione riguardano questioni degli ultimi tre anni, tra cui la perdita di servosterzo, difetti degli airbag, porte che non si bloccano ed etichette di pneumatici sbagliate.