Mercedes CLS potrebbe venire eliminata a favore della EQS

Mercedes CLS

La Mercedes CLS, nata nel 2004, è considerata da molti la prima “berlina coupè” ad essere arrivata sul mercato. Questo modello combina un design sportivo come quello di una Mercedes-Benz CLK con una pratica configurazione a quattro porte simile a quella di una Mercedes-Benz Classe E, con un’estetica più convenzionale. La CLS fu un boom nel settore, poiché negli anni a venire seguirono molti “coupé berlina” di altri produttori premium: Audi A5 Sportback e A7 Sportback, BMW Serie 4 Gran Coupé, Serie 6 Gran Coupé e Serie 8. Gran coupé, ecc. Mercedes-Benz ha persino replicato il concetto nei segmenti inferiore (CLA) e superiore (AMG GT4) .

Tuttavia, in un momento in cui i produttori stanno cercando di ridurre la loro offerta di corpi per concentrarsi sui segmenti più redditizi e quindi risparmiare sui costi, tutte le voci sembrano indicare che presto la Mercedes CLS scomparirà. Pertanto, l’originale “coupé berlina” potrebbe essere interrotta nel 2021 dopo tre generazioni sul mercato.

Nonostante il fatto che il suo nome (CLS) evochi la Classe S, il modello è in realtà derivato dalla Classe E. Apparentemente, Mercedes-Benz lo sostituirà con due modelli elettrici : da un lato l‘EQE (2022), e dall’altro l’EQS (2021), appartenenti rispettivamente al segmento E e F. Questi modelli forniranno un design significativamente più aerodinamico e sportivo rispetto alla Classe E e alla Classe S, quindi potrebbero davvero essere considerati eredi della Mercedes CLS.

Il grande vantaggio della natura elettrica di EQE ed EQS è che il loro design sportivo non significherà sacrificare lo spazio interno come con la CLS rispetto alla Classe E: l’interasse largo, il muso corto e gli sbalzi rifiniti consentiranno all’EQE di avere un abitabilità superiore  pur avendo un design più vicino a quello della CLS.

Ti potrebbe interessare: Mercedes-AMG CLS 53: Brabus mette in vendita una sua versione modificata