in

Mercedes: ecco il futuro della tecnologia delle batterie per i veicoli elettrici

Nuova Mercedes EQS Nico Rosberg

Come sicuramente sapete, Mercedes ha intenzione di proporre un’alternativa completamente elettrica per ogni modello della sua gamma. Questo significa un sacco di nuovi EV in arrivo nei prossimi quattro anni.

Tutti questi nuovi veicoli, assieme ad altri che arriveranno entro la fine del decennio, richiederanno un’enorme capacità di produzione di batterie. Secondo la casa automobilistica tedesca, la capacità stimata sarà di 200 GWh entro la fine del decennio. Allo stesso tempo, la Stella a tre punte sta lavorando a una nuova tecnologia delle batterie e a nuovi motori elettrici.

Mercedes: la casa tedesca ha delineato una strategia ben precisa per la produzione di batterie

Nel caso della Mercedes EQS, che ha un’autonomia di 780 km nel ciclo WLTP e il coefficiente di resistenza aerodinamica più basso di sempre per un’auto di serie, le sue batterie sono agli ioni di litio. Queste utilizzano delle celle NMC811 e hanno una densità di energia di 550 Wh/l, con una capacità totale di 111 kWh. Parliamo di numeri sicuramente impressionanti al giorno d’oggi, ma Mercedes prevede di andare oltre con la tecnologia delle batterie di prossima generazione.

Grazie alla collaborazione con i suoi nuovi partner di SilaNo (SILA Nanotechnologies), il marchio di Daimler vuole raggiungere una densità di energia fino a 900 Wh/l, impiegando compositi in silicio-carbonio nell’anodo.

A confronto, le batterie allo stato solido, ancora da sviluppare in forma di produzione per auto, permetteranno alle case automobilistiche di superare i limiti delle celle agli ioni di litio convenzionali, con una capacità di 3200 Wh/l e oltre 300 Wh/kg.

Tutte le nuove batterie di Mercedes condivideranno una piattaforma comune e saranno identiche al 90%. Queste avranno due caratteristiche chiave per differenziarsi: la chimica delle celle e l’altezza delle celle. Ovviamente, sarà differente anche il numero delle celle batteria, ma le prime due saranno le più importanti.

Nel frattempo, la casa automobilistica tedesca vuole costruire otto gigafactory in tutto il mondo con partner esistenti e futuri. Quattro di queste saranno in Europa, una negli Stati Uniti per servire gli stabilimenti di Tuscaloosa e Charleston e le restanti collocate in posizioni chiave per servire la vasta rete di fornitura dell’azienda.

Le nuove fabbriche saranno operative entro la fine di questo decennio e saranno responsabili di tutte le esigenze dell’azienda tedesca. Mercedes ha già organizzato una catena di approvvigionamento green per la nuova Mercedes EQS, che tra l’altro produce batterie a zero emissioni.

Looks like you have blocked notifications!