Il Mercedes Experimental Safety Vehicle (ESF) 2019 è un Mercedes GLE semi-autonomo, alimentato da un sistema ibrido plug-in. Oltre a questo, lo speciale SUV dispone di innovative funzioni di sicurezza che avvisano i passeggeri e il conducente di potenziali pericoli presenti lungo il percorso e attorno al veicolo.

Lo scopo principale del Mercedes ESF 2019 è quello di anticipare ciò che vedremo sui futuri modelli della Stella a 3 punte e per questo ha deciso di mostrarlo al Salone di Francoforte 2019.

Mercedes ESF 2019

Mercedes ESF 2019: le innovative funzioni di sicurezza presto verranno prodotte

Ola Källenius, capo di Daimler, ha detto: “La sicurezza fa parte del DNA del marchio Mercedes-Benz. Abbiamo ripetutamente dimostrato che non siamo a corto di idee in questo campo dagli anni ’70, con i nostri Experimental Safety Vehicles. Il nuovo ESF 2019 riflette la mobilità del futuro e dispone di un’ampia varietà di innovazioni che stiamo attualmente ricercando e sviluppando. E posso già dirlo: alcune funzioni sono molto vicine alla produzione in serie”.

Lo speciale Mercedes ESF 2019 è dotato di oltre una dozzina di innovazioni volte a proteggere non solo gli occupanti ma anche gli altri utenti della strada. Ad esempio, quando il veicolo è in modalità completamente automatizzata, il volante (più piccolo degli attuali e con design futuristico) e i pedali sono retratti al fine di ridurre il rischio di lesioni in caso di incidenti.

Mercedes ESF 2019
Mercedes ESF 2019, il volante futuristico e i pedali sono retrattili

Oltre a questo, la casa automobilistica tedesca ha prestato particolare attenzione al sistema di tenuta e agli airbag che ora dispongono di spazi di installazione alternativi. Ad esempio, l’airbag del conducente si trova nella plancia mentre quello laterale è integrato nello schienale dei sedili anteriori.

Altre caratteristiche tecnologiche interessanti presenti nel Mercedes ESF 2019 includono una rivoluzionaria tecnologia dei fari denominata Digital Light. Il particolare SUV dispone, poi, del sistema Pre-Safe Child in cui la cintura di sicurezza diventa tesa preventivamente e gli elementi di protezione dagli urti, montati lateralmente, vengono estesi prima di un incidente.

In caso di incidenti spunta dal retro un piccolo robot che funge da triangolo di sicurezza

Se non siete ancora colpiti, allora sicuramente lo rimarrete per il piccolo robot che esce automaticamente dalla sezione posteriore dello speciale Mercedes GLE dopo un incidente, posizionandosi sul lato della strada come un triangolo di emergenza.

Rodolfo Schöneburg, responsabile della sicurezza dei veicoli Mercedes, ha affermato: “La sicurezza continua ad essere il nostro valore chiave. Il grande vantaggio di automatizzare le funzioni di guida è che in futuro un numero minore di incidenti sarà causato da un errore del conducente. Tuttavia, anche i veicoli completamente automatizzati e senza conducente si scontrano con i limiti fisici e ci sarà senza dubbio un traffico misto costituito da veicoli automatizzati e non automatizzati per molti anni”.

Interessanti anche le funzioni Pre-Safe, l’airbag posteriore con un nuovo concetto di gonfiaggio e l’Active Brake Assist. Nel corso degli anni, Mercedes ha costruito oltre 30 veicoli sperimentali, 4 dei quali sono stati presentati al pubblico: ESF 5, ESF 13 (entrambi basati sulla W114), ESF 22 e ESF 24 (entrambi basati sulla Classe S W116).

Il precedente Experimental Safety Vehicle è stato l’ESF 2009 che ha portato con sé numerose innovazioni che da allora sono entrate in produzione come il sistema Active High Beam Assist Plus e il Pre-Safe Impulse Side.

Mercedes ESF
Mercedes ESF 5, ESF 13, ESF 22 e ESF 24