Il direttore tecnico della Mercedes, James Allison, dice che il Bahrain ha portato un bottino di punti assai fortunosi alla squadra tedesca, ma anche “chiare indicazioni” su come debba migliorare le prestazioni della sua monoposto W10 rispetto alla Ferrari. A Sakhir, Lewis Hamilton e Valtteri Bottas hanno approfittato della sfortuna che si è abbattuta sul Charles Leclerc della Ferrari per portare la Mercedes alla secondo doppietta consecutiva nella prima parte della stagione. Allison ha ammesso che le Silver Arrows hanno avuto molta fortuna nel loro risultato in Bahrain, dove la Ferrari aveva chiaramente un vantaggio.

“Un risultato enorme per noi e quindi un grande sollievo per un fine settimana in cui non eravamo così competitivi da ottenere un numero così alto di punti”, ha detto Allison nel video post-gara di Mercedes. “Ritornare con quei punti e anche con chiare indicazioni su ciò che dobbiamo fare per sviluppare la nostra vettura, rappresenta per noi sicuramente una gran cosa.”

Allison ha rivelato che nonostante un inizio di stagione brillante a Melbourne, la W10 di Mercedes ha causato non pochi problemi per i suoi piloti fin dall’inizio in Bahrain. “Tracciati molto diversi con caratteristiche diverse e fin dall’inizio abbiamo avuto un’auto un po’ ‘infelice”, ha detto l’ingegnere britannico sempre eloquente.

“Mentre a Melbourne siamo andati benissimo, in Bahrain invece abbiamo avuto una macchina che era un po’ nervosa nella parte posteriore, che era un po’ dura per le sue gomme, che soffriva un po’ per il surriscaldamento nella parte posteriore. “Tutte queste cose hanno significato che abbiamo perso un decimo o due qui rispetto a una Ferrari che sembrava avere avuto fino a quel momento in Bahrain un fine settimana simile a quello che avevamo avuto noi appena due settimane prima a Melbourne”.