Mercedes lancerà eCitaro G nel 2020

Mercedes eCitaro
Mercedes eCitaro

Mercedes-Benz ha presentato la versione articolata del bus dell’eCitaro. L’eCitaro G verrà consegnato entro la fine di quest’anno. Il produttore annuncia anche il primo aggiornamento della batteria, sia per autobus singoli che articolati. Secondo Daimler, la società ha già 60 ordini confermati per l’eCitaro G. Le prime consegne a diverse compagnie di trasporto sono previste per quest’anno. A seconda del modello, l’autobus articolato a tre assi è progettato per ospitare fino a 146 passeggeri. Daimler considera l’autobus articolato “ideale per l’uso in città e aree metropolitane fortemente congestionate con grandi volumi di passeggeri”.

Mercedes-Benz ha presentato la versione articolata del bus dell’eCitaro. L’eCitaro G verrà consegnato entro la fine di quest’anno

Per cominciare, l’eCitaro G utilizza le familiari batterie del bus solo da 12 metri. “Probabilmente prima della fine di quest’anno”, tuttavia, è previsto il passaggio a una nuova generazione di celle NMC, aumentando la capacità da 292 a 396 kWh. L’intervallo deve aumentare “di conseguenza”, ma Daimler non fornisce una cifra esatta nella notifica.

Oltre alle nuove celle NMC, il Gruppo intende anche offrire batterie allo stato solido per l’autobus elettrico (come annunciato alla premiere dell’autobus solo due anni fa ). Le batterie ai polimeri di litio con elettrolita solido sono prive di materie prime come cobalto, nichel o manganese. Inoltre, aumentano la densità energetica e la durata. Con sette di questi pacchi batteria, l’eCitaro G avrà una capacità totale di 441 kWh. Gli ordini per il bus elettrico con batteria a stato solido sono già stati ricevuti: lo scorso anno, ESWE Verkehrsgesellschaft di Wiesbaden ha anche ordinato 41 eCitaro con la nuova batteria come parte del suo ordine principale. Nell’aprile 2019 è stato annunciato che i veicoli sarebbero stati consegnati nel 2020.

Daimler giustifica questa strategia a doppio binario con le diverse proprietà delle batterie e le possibilità di applicazione associate. Si dice che le batterie a stato solido utilizzate da Daimler siano “solo molto limitate” adatte per la ricarica rapida. In questo caso non è quindi possibile un carico intermedio rapido agli arresti (finali). Con i suoi 441 kWh, tuttavia, eCitaro G intende garantire “gamme per le tipiche applicazioni di autobus urbani”. Secondo Daimler, se il percorso richiede una carica intermedia alla fermata o al deposito degli autobus, ad esempio in zone rurali o collinari, la versione con batterie NMC da 396 kWh è la scelta migliore. Nella notifica, tuttavia, Daimler non affronta la questione se il bus solo debba essere offerto anche con batterie a stato solido.

Il prossimo passo per l’eCitaro – sia come autobus solo che articolato – è previsto per il 2022. Quindi entrambe le versioni saranno offerte anche con una cella a combustibile come estensione della gamma. In questo modo, Daimler Buses vuole effettuare fermate di ricarica intermedie e l’infrastruttura richiesta per loro è “in quasi tutti i casi” superflua. Gli operatori del trasporto pubblico dovranno quindi compensare ciò che è più economico: alcune stazioni di ricarica rapida ben posizionate o un’infrastruttura di serbatoi per l’idrogeno pulito.

Ti potrebbe interessare: Daimler Buses converte Citaro per il trasporto di pazienti COVID-19