Daimler, la multinazionale automobilistica dietro al marchio Mercedes, ha temporaneamente sospeso l’espansione della sua fabbrica di produzione di auto ammiraglia a Kecskemét a causa di un grave calo della domanda automobilistica sul mercato globale. L’Ungheria ha stretti legami con le case automobilistiche tedesche, il che significa che qualsiasi marcia indietro delle società tedesche potrebbe avere un enorme impatto sulla sua economia. Sebbene all’inizio la situazione sia sembrata preoccupante, le ultime dichiarazioni delle case automobilistiche sembrano aver messo fine alle voci, almeno per ora.

L’industria automobilistica tedesca è incappata in serie difficoltà a causa di cambiamenti tecnologici (auto elettriche, auto senza conducente, ecc.) e una domanda in calo. Questo la ha costretta a limitare l’espansione della produzione, secondo Handelsblatt, quotidiano finanziario leader in Germania. L’unica a perdere a causa di queste misure potrebbe essere l’Ungheria, il paese in cui i produttori tedeschi hanno la maggiore opportunità di espandersi grazie a una combinazione di salari relativamente bassi e buone infrastrutture.

Nonostante ciò, mercoledì a Inforádió, Orsolya Ludvig, direttore delle comunicazioni della fabbrica Mercedes-Benz a Kecskemét, ha negato le affermazioni di Handelsblatt secondo cui la Mercedes avrebbe ridimensionato i suoi piani in Ungheria. Ha sottolineato che la costruzione della fabbrica Mercedes a Kecskemét non si fermerà. Il primo edificio, nel quale hanno già investito 250 milioni di euro, dovrebbe essere finito presto. Le discussioni sul tipo di prodotti che l’azienda produrrà nel suo nuovo stabilimento sono ancora in corso, ha aggiunto.