Il cinque volte campione del mondo Lewis Hamilton ritiene che la Formula 1 rischi di avere troppe gare e pensa che il campionato dovrebbe tornare ad avere una stagione più breve. Parlando giovedì in vista del Gran Premio del Brasile e un giorno dopo che la FIA ha annunciato che il Vietnam entrerà a far parte del calendario nell’aprile 2020, il pilota della Mercedes ha detto ai giornalisti che preferirebbe un numero inferiore di gare.

Il pilota di Mercedes Lewis Hamilton non vede con favore l’aumento delle gare nel calendario di Formula 1

Questa stagione ha 21 gare, così come nel 2019, ma la Formula 1 sarebbe in trattativa con Miami per una corsa su strada negli Stati Uniti e con Zandvoort nei Paesi Bassi per un ritorno al circuito costiero visitato  per l’ultima volta nel 1985. Secondo il pilota di Mercedes già 18 gare andrebbero bene.  “Sono una persona che ama davvero correre, ma la stagione è troppo lunga. È un grande impegno per tutti noi ci costringe a lunghi periodi di tempo lontano dalle famiglie. Inoltre le stagioni si allungano e il tempo libero si accorcia.”

Lewis Hamilton ha uno stile di vita impegnato ma è orgoglioso di avere il giusto equilibrio tra le sue corse e altri interessi, in particolare nella moda e nella musica. “Il turnaround è così breve, si inizia a prepararsi per la prossima stagione spesso non appena la stagione è finita”, ha detto il campione. “Molto probabile non sarò più qui quando il calendario arriverà a 25 Gran Premi”.