Il capo di Mercedes AMG Petronas Motorsport, Toto Wolff, ha ammesso che la sua squadra non ha avuto la forza di battere la Scuderia Ferrari al Gran Premio degli Stati Uniti. A Lewis Hamilton è stata negata la possibilità di conquistare la quinta corona del campionato piloti con la vittoria di Kimi Räikkönen e Max Verstappen e Sebastian Vettel che hanno conquistato rispettivamente il secondo e il quarto posto. Il terzo posto del pilota inglese, accoppiato con il quinto di Valtteri Bottas , ha segnato una giornata negativa per i campioni in carica.

Toto Wolff non è soddisfatto del risultato di Mercedes nel Gran Premio di Formula 1 degli USA

Wolff ha elogiato la vittoria di Raikkonen, la sua prima volta dopo 113 gare e lo spettacolo generale offerto sul campo, numerose battaglie che hanno regalato “fantastiche emozioni” per la folla entusiasta del Circuit of the Americas . Tuttavia Wolff ha fatto riferimento al suo discorso di inizio settimana che negava che Ferrari fosse rimasta molto indietro rispetto a Mercedes. “Prima di tutto, congratulazioni a Kimi per la sua vittoria di oggi è passato molto tempo dall’ultima volta che lo abbiamo visto sul gradino più alto del podio ed è stato fantastico per la Formula 1 averlo lì,” ha detto Wolff.

“Questo è stato un giorno di gare fantastiche e un grande spettacolo per i fan americani con molte battaglie che hanno coinvolto le varie monoposto in gara, ma non è stata una buona giornata per noi della Mercedes. “Tutta la settimana, abbiamo sentito gente che ci diceva che ormai avevamo vinto, come se la nostra vittoria finale fosse scontata. Ma nulla è scontato in Formula Uno. Siamo stati diffidenti e rispettosi della Ferrari in ogni gara quest’anno e sapevamo che sarebbero venuti qui per combattere duramente e così è stato.

In particolare, secondo Wolff, Mercedes ha faticato con la gestione dei pneumatici. Hamilton ha perso infatti circa otto secondi verso la fine quando è stato costretto a fare una seconda sosta al 38 ° giro. Eppure Wolff non ha incolpato la strategia della sua squadra per il risultato deludente, ammettendo invece che la Mercedes non ha trovato il giusto bilanciamento della velocità e della gestione delle gomme. “La strategia non ci ha aiutato a ottenere un buon risultato in questo Gran Premio”, ha aggiunto. “Non avevamo il bilanciamento della velocità e della gestione delle gomme di cui avremmo avuto bisogno per vincere questo pomeriggio”.

Bottas ha faticato a tenere il passo con il trio di testa, alla fine si è arreso a Vettel nel penultimo giro mentre le sue gomme lo abbandonavano. Wolff ha fatto riferimento alla gara come un’esperienza di apprendimento e ha affermato che la settimana prossima la Mercedes è desiderosa di “avvicinarsi al alla vittoria finale in Messico”. In una situazione simile a quella dello scorso anno, Hamilton deve solo finire tra i primi sette all’Autodromo Hermanos Rodriguez per conquistare il quinto titolo mondiale.

Toto Wolff ha poi finito dicendo: “Quindi dobbiamo imparare le lezioni di oggi, prendere forza dal dolore di essere stati superati qui e iniziare a pensare al prossimo Gran Premio di Formula 1 del Messico con la determinazione di avvicinarci al nostro potenziale in termini di prestazioni della gara. Nulla può, e nulla sarà, dato per scontato da nessuno dei membri della nostra scuderia. “