Mercedes veicoli diesel

Mercedes potrebbe essere costretta a richiamare alcuni di suoi modelli compatti equipaggiati con i motori diesel messi a disposizione da Renault. Secondo la rivista tedesca Der Spiegel, il regolatore tedesco di trasporti KBA sta studiando in questo momento il software sospetto usato in alcuni dei piccoli motori a gasolio in questione.

Un’altra fonte ha affermato che tali propulsori sarebbero stati impiegati nelle Mercedes Classe A e Classe B ma non nelle Smart. In base a quanto riferito da Autonews Europe, Renault avrebbe negato che i suoi powertrain sono in qualche modo truccati e sostiene che il software di gestione dei motori consegnato a Daimler viene programmato dagli ingegneri Mercedes e non da loro.

Mercedes veicoli diesel
Mercedes, alcune auto diesel potrebbero essere presto richiamate

Mercedes: i motori Renault potrebbero avere dei software di gestione illegali

Al momento, purtroppo, non è ancora chiaro quali modelli sono sotto inchiesta e se i possibili richiami possano coinvolgere o meno la Classe A di ultima generazione che è disponibile anche con motore turbodiesel da 1.5 litri prodotto da Renault. Al momento, Mercedes ha rifiutato di commentare la questione.

Vi ricordiamo che Daimler è stata già multata in passato per quasi 1 miliardo di dollari per aver utilizzato un software diesel illegale. Nel maggio del 2017, gli uffici del gruppo tedesco sono stati saccheggiati dalle autorità in seguito a un’indagine per frode che ha permesso a KBA di scoprire circa 200.000 esemplari di Classe C e Classe E dotati di software illegale.

Questo ha portato a un richiamo di circa 700.000 auto nel 2018, inclusi 60.000 GLK. Non ci resta che attendere i prossimi giorni per scoprire come si svilupperà la questione.