Mercedes F1

Il boss della Mercedes Toto Wolff è pronto per un “fine settimana impegnativo” sul circuito di Marina Bay Street per il Gran Premio di Singapore, sperando di migliorare le recenti esibizioni sotto le luci dei riflettori del circuito cittadino. Wolff sapeva che in Belgio e in Italia le gare sarebbero state difficili. Adesso però il numero uno della scuderia ha detto che il team “sta spingendo duramente per ottenere più vittorie”. “Siamo tornati dalla pausa estiva sapendo che le prime due gare sarebbero state difficili per noi”, ha detto. “Abbiamo ottenuto due podi doppi e 67 punti, abbiamo limitato il danno più di quanto ci aspettassimo.”

“Tuttavia, nei resoconti si potrebbe dire che Spa e Monza non ci hanno lasciato soddisfatti e tutti a Brixworth e Brackley stanno spingendo duramente per ulteriori vittorie.” Il GP di Singapore è uno dei pochi sul calendario della Formula 1 che si svolge di notte sotto le luci e talvolta a temperature elevate, rendendolo un fine settimana difficile per team e piloti a causa del cambiamento di programma e calore. La Mercedes aveva precedentemente faticato in passato a Singapore, ma ha fatto progressi negli ultimi anni, sperando di fare lo stesso quest’anno.

“La prossima gara ci porta a Singapore, una spettacolare gara notturna e una grande vetrina per il nostro sport”, ha aggiunto Wolff. “Il programma di offset e il clima lo rendono un fine settimana impegnativo per la squadra. Le temperature nel box possono facilmente raggiungere i 40 gradi Celsius o anche con livelli di umidità elevati. “È un ambiente difficile in cui lavorare ed è altrettanto impegnativo per i piloti e la macchina stessa.

“Per molto tempo, Singapore è stata una delle nostre piste in cui più abbiamo sofferto, ma ci siamo fatti strada e ci siamo esibiti bene l’anno scorso. “Tuttavia, non ci sono corse facili su una pista come Singapore: dobbiamo capire questa macchina e le gomme di quest’anno su un tracciato molto particolare e non dare assolutamente nulla per scontato nel nostro approccio al fine settimana. Non vediamo l’ora di una dura battaglia sotto le luci a Singapore,” ha concluso il numero uno di Mercedes.