Michael Schumacher avrebbe avuto un ruolo fondamentale nei successi di Mercedes secondo Brawn

Michael Schumacher

Michael Schumacher ha giocato un ruolo importante nel trasformare la Mercedes in una contendente al campionato del mondo prima di lasciare la squadra. Questa è l’opinione dell’ex team principal Ross Brawn. Il sette volte campionato del mondo ha trascorso tre stagioni con loro prima di essere sostituito da Lewis Hamilton alla fine del 2012. La Mercedes ha conquistato il campionato in ogni stagione dal 2014, ma Schumacher, che oggi compie 50 anni, non è stato in grado di condividere il loro successo a causa del grave incidente sciistico che ha subito alla fine del 2013. Brawn ha detto che l’arrivo di Schumacher aveva provocato qualche resistenza nella squadra, ma “ha contribuito a instillare e rafforzare i principi su come fare le cose”.

“Avevo già lavorato con Michael Schumacher e sapevo come si comportava”, ha detto Brawn in un’intervista per il sito ufficiale della F1 . “Il resto del team invece no.” Tra coloro che inizialmente non erano sicuri di Schumacher c’era Jock Clear, che era stato l’ ingegnere di gara di Jacques Villeneuve quando Schumacher si era scontrato con il pilota della Williams mentre cercava di batterlo nel 1997 nel campionato del mondo.

“Jock Clear, che era l’ingegnere di Villeneuve, da quando Michael e Villeneuve si erano scontrati ha quasi odiato Michael, ma è diventato uno dei migliori amici di Michael quando Schumacher è venuto in squadra e ha lavorato con lui”, ha detto Brawn.“L’etica, la disciplina e l’applicazione del lavoro di Michael hanno conquistato tutti. Ha alzato lo standard della squadra nel sapere cosa avrebbero potuto o dovuto fare. Penso che abbia avuto un grosso impatto sulla squadra quando è venuto e ha lavorato lì.

“Andrew Shovlin mi ha detto che Michael ha avuto un ruolo fondamentale per la vittoria in questo campionato del mondo”. Il numero uno della scuderia Mercedes Toto Wolff ha descritto Schumacher come “uno dei padri fondatori del successo che abbiamo avuto negli ultimi cinque anni”. “Non c’è nessun altro pilota come lui che con la sua vasta esperienza ha contribuito enormemente allo sviluppo del nostro team”, ha aggiunto Wolff. “Ha giocato un ruolo cruciale quando siamo rientrati in F1 ed è stata una delle persone che ha gettato le basi per il nostro successo futuro. Siamo estremamente grati per tutto ciò che ha fatto per noi. “

Hai le notifiche bloccate!