Mika Hakkinen non si aspetta che la Mercedes abbia vita facile nel Gran Premio di Monaco il prossimo fine settimana, nonostante l’enorme vantaggio che la squadra sembra avere in questo momento in Formula 1 sui più diretti rivali. La Mercedes ha prolungato il suo primato da record in una stagione con la sua quinta doppietta consecutiva in 5 gare dopo che Lewis Hamilton ha battuto Valtteri Bottas trionfando nel GP di Spagna. Hakkinen dice che un tale inizio è “preoccupante”, ma crede che le cose potrebbero cambiare a Monaco, in quanto la natura del circuito dovrebbe uniformare le prestazioni delle vetture.

“Nessuna squadra ha mai ottenuto un simile risultato”, ha detto Mika Hakkinen a proposito dell’avvio di Mercedes, scrivendo nella sua rubrica su Unibet. “Il livello di dominio è preoccupante per la competizione e per i fan di questo sport. “Nonostante tutto questo sono ottimista sul fatto che Mercedes non continuerà a vincere così facilmente. “La prossima gara è Monaco, che è molto diversa da quella di Barcellona. Si tratta di una pista davvero unica: la Red Bull ha vinto lì la scorsa stagione e la Ferrari nel 2017 e sappiamo che entrambe le squadre non vedono l’ora di correre questa gara.”

La Red Bull nelle curve lente ha dimostrato di essere la migliore e dunque secondo Mika Hakkinen proprio Max Verstappen è il principale candidato per la vittoria. “Verstappen è un uomo in missione, determinato a essere il primo a battere la Mercedes quest’anno e penso che la Red Bull-Honda sarà molto veloce nei dintorni di Monaco.

“Charles Leclerc è un altro che sfiderà la Mercedes per le strade di Montecarlo. Questa è la sua gara di casa e mentre è sembrato molto veloce per tutta la stagione ci sono stati alcuni piccoli errori e problemi che gli hanno impedito di ottenere la sua prima vittoria, sarà determinato a riportare la Ferrari in testa alla griglia. E poi abbiamo Sebastian Vettel, quattro volte campione del mondo, ha vinto a Monaco due volte in passato e rimane un concorrente eccezionale, ha dovuto affrontare alcune critiche negli ultimi mesi, ma personalmente credo che abbia la capacità di consegnare vittorie per la Ferrari nel 2019 e ristabilire una sfida per il campionato. C’è ancora molta strada da fare. “