Uno dei pezzi chiave del mercato di Formula 1 nel 2018 è sicuramente Mattia Binotto. La sua permanenza in Ferrari infatti viene messa in dubbio in seguito alle lotte interne alla scuderia di Maranello con Maurizio Arrivabene. Si diceva che l'ingegnere avesse ricevuto offerte da Mercedes e Renault per il 2019, tuttavia, Toto Wolff nelle scorse ore ha assicurato di non avere alcun interesse per lui.

Il capo della Mercedes, Toto Wolff, ha voluto smentire pubblicamente l'interesse della sua squadra su Mattia Binotto, direttore tecnico della Ferrari. L'austriaco dice di essere felice con James Allison. "Non c'è nessuna offerta per Binotto, è un grande ingegnere, ma abbiamo un team tecnico di alto livello",  ha voluto chiarire Wolff sul quotidiano italiano La Gazzetta dello Sport. Nonostante le smentite di Wolff, la verità è che la squadra tedesca entro il 2019 perderà il capo dell'ingegneria, Aldo Costa, che farà un passo indietro e resterà come consulente. Dunque non si può escludere per il futuro qualche nuovo arrivo.

"Dato che Aldo non è solo un collaboratore, ma un amico, e che non lascia la Mercedes, dobbiamo crescere i giovani, offrire loro opportunità e responsabilità, anche perché la F1 si evolve a una velocità pazzesca" , ha aggiunto. Infine, Wolff ha parlato anche di Niki Lauda, ​​che è tornato già al suo lavoro cinque mesi dopo il suo trapianto. A proposito del suo connazionale, spera che sia pronto al 100% presto, in modo che possa aiutarli nella lotta per il titolo del 2019. "Mi sento fortunato e grato di averlo come amico, si sta riprendendo bene, è già coinvolto nel lavoro come prima, parliamo al telefono, deve solo recuperare fisicamente, ma il suo cervello è sveglio " , ha detto.