Daimler afferma che il passaggio alle auto elettriche non è negoziabile

Daimler
Daimler

Daimler AG, produttrice di auto di lusso Mercedes-Benz, ha realizzato solo un piccolo profitto nel primo trimestre del 2020 a causa del fatto che la società ha chiuso le fabbriche e si è messa in modalità di conservazione del denaro e gestione dei costi durante la crisi dovuta all’epidemia di coronavirus.

L’amministratore delegato della società ha dichiarato mercoledì che la casa automobilistica con sede a Stoccarda è ora impegnata in un riavvio graduale della produzione e continuerà a investire in auto elettriche e digitalizzazione. Ha definito il passaggio alle nuove tecnologie “non negoziabile” nonostante la grave interruzione causata dell’epidemia di coronavirus.

L’utile netto di Daimler è stato di 168 milioni di euro, in calo rispetto ai 2,1 miliardi di euro dello stesso trimestre dell’anno precedente. I ricavi sono scesi a 37,2 miliardi di euro da 39,7 miliardi di euro nel primo trimestre del 2019. Il CEO del gruppo tedesco Ola Kallenius ha affermato che “ora abbiamo iniziato con un graduale aumento della nostra produzione”. “Allo stesso tempo”, ha affermato, “stiamo continuando a investire in tecnologie chiave, tra cui l’elettrificazione e la digitalizzazione. Sono elementi non negoziabili del nostro futuro” ha concluso.

Ti potrebbe interessare: Daimler Trucks: FUSO supporta i clienti con una garanzia estesa del veicolo

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI