Daimler chiuderà fabbriche anche in Germania?

Daimler
Daimler

Daimler è ancora saldamente in controllo della crisi e sta diventando sempre più chiaro che il programma di austerità dello scorso autunno non sarà di gran lunga sufficiente. Di conseguenza, i risparmi devono essere significativamente maggiori del previsto. Oltre alla riduzione di 30.000 posti di lavoro in tutto il mondo, Daimler sta anche esaminando la possibile chiusura di fabbriche e apparentemente anche in Germania.

Oltre agli stabilimenti in Brasile, la nuova fabbrica di motori nella città polacca Jawor così come la produzione comune con Nissan ad Aguascalientes in Messico anche alcune fabbriche in Germania rischiano grosso. Secondo Manager Magazin, le fabbriche componenti a Berlino e Amburgo, ma anche la produzione di furgoni a Ludwigsfelde nel Brandeburgo, potrebbero chiudere.

Da qualche giorno è diventato noto che il programma di risparmio che il CEO di Daimler Ola Källenius aveva ordinato lo scorso autunno non sarebbe stato sufficiente. Il CEO deve quindi continuare a risparmiare e lo svedese utilizzerà tutte le opzioni che ha. Källenius ha già dimostrato che non rinunciare a vedere fabbriche. Infatti lo stabilimento Smart di Hambach in Francia cambierà presto mano.

Secondo il gestore, l’acquirente è il  gruppo britannico Ineos, che vorrebbe costruire veicoli fuoristrada in futuro. Come ha appreso Handelsblatt dal contesto dei negoziati, esiste già un accordo commerciale. È possibile che lo stabilimento in Francia sia solo il primo impianto di produzione Daimler all’estero ad essere venduto o chiuso. Non c’è ancora alcuna decisione qui, ma la riduzione della capacità è un problema che viene discusso internamente. “Non prendiamo una decisione del genere alla leggera”, spiega un manager Daimler a Handelsblatt.

Ti potrebbe interessare: Il designer Daimler afferma che Mercedes è più un marchio di lifestyle che un produttore di automobili

Looks like you have blocked notifications!