Il prossimo amministratore delegato di Daimler avrà non pochi problemi per ripristinare i margini di Mercedes-Benz. Lo ha detto l’attuale capo Dieter Zetsche parlando con la Reuters mercoledì, quando Mercedes-Benz ha lanciato una nuova auto elettrica di lusso per rivaleggiare con Tesla. Zetsche, che lascerà il suo posto di amministratore delegato il 22 maggio, ha dichiarato che il produttore tedesco di automobili di lusso avrà bisogno di trovare un modo per ricostruire i margini dopo che i costi di ricerca e sviluppo (R & S) in Mercedes-Benz sono aumentati.

“Ci sono molte sfide da affrontare, siamo in una situazione di rallentamento economico, non sarà facile andare avanti”, ha detto a margine dell’evento di lancio vicino a Oslo. La pressione per sviluppare auto elettriche e autonome ha portato i costi di ricerca e sviluppo di Mercedes-Benz a salire a 14 miliardi di euro dai circa 8 miliardi di euro quattro anni fa, ha detto Zetsche.

Allo stesso tempo, la Cina, il più grande mercato automobilistico del mondo, ha visto lo slancio delle vendite rallentare per nove mesi consecutivi, con un calo delle vendite del 5,2 per cento a marzo. La grande auto elettrica di Mercedes-Benz arriverà negli showroom questa estate, anni dopo che Tesla ha lanciato la sua Model S nel 2012. Daimler è stata cauta nell’accogliere la produzione di massa di veicoli elettrici in Mercedes-Benz, tra preoccupazioni per l’autonomia delle batterie e accettazione da parte del cliente.

La società ha acquisito una partecipazione del 9,1 per cento in Tesla per circa 50 milioni nel maggio 2009 per conoscere la tecnologia della batteria, ma ha venduto la sua partecipazione per un profitto di 780 milioni nel 2014. Daimler ha lanciato un’auto elettrica con il marchio Smart nel 2010, ma ha aspettato fino al 2014 per costruire una Classe B elettrica.

Daimler, come altri produttori, ha faticato a rendere redditizie le auto elettriche, anche se il costo dei pacchi batteria è destinato a calare man mano che la nuova tecnologia si diffonderà. Gli analisti di ING dicono che il costo totale di un EV, compresi i prezzi del carburante, potrebbe raggiungere la parità tra i veicoli elettrici e quelli a combustione entro il 2025.

Ti potrebbe interessare: Le sfide del nuovo CEO di Daimler Ola Kaellenius

Nel tentativo di realizzare un profitto con le auto elettriche, Daimler ha optato per la produzione del Mercedes EQC in modo tale da poter essere costruito sulla stessa linea di produzione di un’automobile a combustione interna, riorganizzando gli impianti esistenti. Daimler sta investendo più di 10 miliardi di euro per espandere la gamma di modelli di EQ elettrico e sta costruendo impianti per la produzione di batterie.

Zetsche ha assunto la direzione di DaimlerChrysler nel 2006 e ha preso la decisione di vendere Chrysler, riportando Mercedes al marchio di lusso più venduto a livello mondiale nel 2016 e difendendo il titolo da allora. Zetsche ha detto che il futuro di Daimler dovrà essere incentrato sul rendere redditizie le auto elettriche. “Dobbiamo dimostrare di poter guadagnare margini adeguati”.