Daimler

Daimler è in trattativa con le banche per ottenere un nuovo credito di almeno 10 miliardi di euro che servirà a superare le ricadute della pandemia di coronavirus, secondo quanto riferito a Bloomberg da persone che hanno familiarità con la questione. Daimler sta cercando una linea di credito da 10 miliardi di euro a 15 miliardi di euro e un annuncio sull’importo finale potrebbe arrivare già la prossima settimana, ha detto la fonte, che ha chiesto di non essere identificato perché le deliberazioni sono private.

Sono in corso colloqui con potenziali finanziatori e l’esatta tempistica e struttura dell’accordo potrebbero ancora cambiare. La mossa fa parte di una serie di misure per sostenere il produttore di auto e camion Mercedes-Benz durante la crisi del coronavirus. Daimler per il momento ha rifiutato di commentare. Il gruppo tedesco aveva firmato una linea di credito da 11 miliardi di euro due anni fa con un gruppo di banche internazionali. Questa facilitazione ha offerto finanziamenti fino al 2025. La nuova facilitazione creditizia si sarebbe aggiunta a quella esistente.

La scorsa settimana, Daimler e altri produttori europei sono stati costretti a interrompere la produzione nelle loro fabbriche nella regione e da allora hanno ampliato le chiusure ai siti in Nord America. Anche altri giganti industriali stanno prendendo provvedimenti per aumentare la liquidità. Fiat Chrysler Automobiles ha firmato una nuova linea di credito da 3,5 miliardi di euro con due banche.

Daimler, con base a Stoccarda, ha detto che giovedì passerà al lavoro di breve durata nelle sue operazioni domestiche. Secondo le regole tedesche, lo stato paga parte del salario ridotto per i dipendenti. Evitare licenziamenti di massa ha aiutato i produttori tedeschi ad aumentare la produzione dopo la crisi finanziaria di un decennio fa.

Ti potrebbe interessare: Mercedes assicura i servizi essenziali in Italia per l’emergenza coronavirus