Daimler India riprende le sue attività a Tamil Nadu

Daimler India Commercial Vehicles
Daimler India Commercial Vehicles

Con i governi statali di tutto il paese che autorizzano le principali aziende manifatturiere a riavviare il loro funzionamento durante la terza fase del blocco, Daimler India Commercial Vehicles (DICV) ha annunciato giovedì di aver ripreso le operazioni in uno stabilimento vicino a Chennai. La società, in una nota, ha affermato di essere stata in grado di riavviare le operazioni di fase nell’impianto in meno di 24 ore dopo aver ricevuto l’autorizzazione dalle autorità locali in quanto aveva iniziato un’intensa preparazione anche prima dell’entrata in vigore del blocco in India a marzo.

Con l’obiettivo di contenere la diffusione di COVID-19, il Primo Ministro Narendra Modi ha inizialmente annunciato un blocco completo di 21 giorni a livello nazionale il 23 marzo, che è stato successivamente prorogato fino al 3 maggio. Durante questo periodo, il governo aveva chiuso tutte le attività tranne quelle che forniscono servizi e beni essenziali alle masse. Ora il blocco è entrato nella terza fase per altre due settimane fino al 17 maggio. Ma questa volta, al fine di frenare il rallentamento economico, il governo ha concesso a un certo numero di aziende, incluso il settore manifatturiero, di poter riavviare le loro attività.

Commentando la ripresa delle operazioni, l’amministratore delegato e CEO di Daimler India Commercial Satyakam Arya ha dichiarato: “Essere parte della rete globale Daimler ci ha permesso di vedere le implicazioni di COVID-19 ben prima che il blocco venisse annunciato qui in India. Abbiamo immediatamente avviato un Crisis Management Team (CMT) per guidarci in sicurezza attraverso questa difficile situazione “. Negli ultimi mesi la società ha inoltre avviato centinaia di misure di salute, sicurezza e sanificazione, che vanno dalla pulizia di massa dell’impianto di Oragadam da 400 acri di DICV, vicino a Chennai, ai lavori di ristrutturazione di strutture progettate per garantire il rispetto delle norme di allontanamento sociale.

Oltre a ciò, DICV ha anche preso accordi per tenere traccia della salute e della sicurezza dei suoi 4.000 lavoratori. “La società sta aumentando gradualmente con una forza lavoro minima di dipendenti essenziali per iniziare, quindi un passaggio pianificato a piena capacità man mano che termina il blocco”, ha aggiunto.

Ti potrebbe interessare: Daimler raggiunge importante traguardo in India

Looks like you have blocked notifications!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI