Il gruppo Daimler ha rilasciato una serie di dichiarazioni, molto significative, in merito ai risultati finanziari del 2018. Le previsioni del gruppo tedesco, infatti, prevedono un calo netto dei profitti come conseguenza diretta della guerra commerciale in atto tra Stati Uniti e Cina che sta gettando nell’incertezza buona parte dell’industria automotive internazionale.

I dazi sull’import delle auto dagli USA alla Cina e l’incertezza legata ai continui provvedimenti dei due Governi per quanto riguarda il settore automotive sono alla base delle previsioni negative di Daimler per i prossimi mesi. Ad essere colpiti in modo particolare da questa situazione saranno i modelli sportivi di Mercedes che garantiscono al gruppo tedesco un alto margine di guadagno.

Le vendite di questi modelli e di tutti i principali SUV a marchio Mercedes in Cina, un mercato fondamentale per il brand, sono destinate a registrare un netto rallentamento. Nello stesso tempo, è previsto un incremento sopra le attese dei costi. Il risultato della guerra commerciale tra USA e Cina per Daimler sarà un 2018 ben al di sotto delle attese dal punto di vista finanziario. 

I dazi applicati da Pechino, non ancora ufficializzati ma dati per certi da tutta l’industria automotive, colpiranno, secondo le ultime stime, circa 270 mila veicoli andando ad incidere in modo negativo sui risultati di Daimler e delle dirette rivali tedesche. Ulteriori dettagli in merito emergeranno di certo nel corso dei prossimi giorni.