Elettrificazione e digitalizzazione “non negoziabili” secondo i piani di Daimler per il futuro

Daimler logo

Daimler ha puntato gli occhi sulle innovazioni e la crescita future mentre si riprende dal significativo impatto finanziario causato dalla pandemia di COVID-19. I ricavi del primo trimestre sono scesi a € 37,2 miliardi (-6,7%) e l’utile netto del gruppo è precipitato da € 2.149 milioni a € 168 milioni (-92,1%), secondo i suoi ultimi risultati. L’EBIT di gruppo è passato da € 2.798 milioni a € 617 milioni (-77,9%) e le vendite di unità del gruppo da 773.800 a 644.300 (-16,7%).

Daimler ha puntato gli occhi sulle innovazioni e la crescita future mentre si riprende dal coronavirus

Daimler ha dichiarato che il flusso di cassa libero per le sue attività industriali è stato “particolarmente influenzato dagli effetti globali della pandemia”. Il gruppo ha interrotto la produzione a marzo e aprile per compensare la minore domanda durante la pandemia e, all’inizio di aprile, ha ottenuto un prestito di 12 miliardi di euro da un sindacato bancario internazionale, che può essere utilizzato entro un periodo di 12 mesi con due opzioni di estensione di sei mesi .

In una dichiarazione, Ola Källenius, presidente del consiglio di amministrazione di Daimler e Mercedes-Benz, ha dichiarato: “La pandemia di COVID-19 ha effetti sostanziali sull’economia globale e sulla nostra azienda. Abbiamo preso la decisione proattiva di interrompere la produzione a marzo e si è spostato molto rapidamente nella modalità di conservazione del denaro e gestione dei costi. Di conseguenza, Daimler ha chiuso il primo trimestre con un risultato positivo e una solida liquidità.

Ti potrebbe interessare: Daimler: i concessionari di automobili sono strategicamente importanti per noi

Looks like you have blocked notifications!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI