Hamilton “vittima di bullismo e percosse” da bambino

Lewis Hamilton

Il sei volte campione di Formula 1 Lewis Hamilton ha rivelato il fuoco interiore che sta guidando la sua attuale lotta contro il razzismo. Dalla morte di George Floyd negli Stati Uniti, Hamilton ha utilizzato il suo profilo sui social media per inviare potenti messaggi antirazzisti ed evidenziare i cambiamenti che ritiene necessari. Nel suo ultimo post su Instagram, le parole del pilota Mercedes Hamilton si affiancano a un servizio televisivo dei suoi primi giorni di karting in cui lui e suo padre Anthony discutono dei problemi razzisti che stavano incontrando in quel momento.

Per quanto riguarda Hamilton, circa 25 anni dopo nulla è cambiato, e in particolare, ha riportato alla memoria di quando è stato abusato sia verbalmente che fisicamente. Sottolineando l’importanza di suo padre, allora e ora, Hamilton ha aggiunto: “Grazie a Dio avevo mio padre, una forte figura nera a cui avrei potuto guardare, che sapevo che mi sarebbe rimasto a fianco in qualunque cosa. Non tutti lo hanno, ma dobbiamo stare insieme a quelli che potrebbero non avere quell’eroe su cui appoggiarsi e proteggerli. Dobbiamo unirci!” Hamilton ora spera che alla luce dell’incidente che circonda Floyd, ci saranno cambiamenti.

Ti potrebbe interessare: Correre al fianco di Hamilton è stato grandioso, ma è stata anche la fine della mia carriera secondo Kovalainen

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!