Kubica: “Se Hamilton fosse rimasto alla McLaren, parleremmo di qualcun altro ora”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton

Robert Kubica è tornato in Formula 1 l’anno scorso dopo quasi dieci anni di assenza. In questo modo è stato in grado di confrontare direttamente diverse generazioni di piloti di F1. In che modo giovani come Max Verstappen e Charles Leclerc si relazionano con un campione come Lewis Hamilton, per esempio. Ora che la sua carriera di pilota attivo di Formula 1 sembra terminata (Kubica è ancora collaudatore e pilota di riserva all’Alfa Romeo), ripercorre la scorsa stagione il Corriere della Sera e i piloti più veloci con cui ha poi condiviso l’asfalto. Lewis Hamilton è uno dei pochi piloti presenti da prima dell’incidente.

“Certo, se fosse rimasto con Mclaren oggi non parleremmo di lui in questi termini. Parleremmo di un altro campione. L’auto ha un peso enorme nel destino del pilota” , eppure secondo lui Hamilton si è anche evoluto come pilota. Ha imparato a optare per il secondo posto ogni tanto per assicurarsi il campionato. Qualcuno che pensa sia pronto anche per questo, è Max Verstappen. “Penso che Max sia molto intelligente, pronto a vincere il titolo mondiale, è solo un po’ impetuoso ed entusiasta. Resta da vedere come si comporterà nella battaglia per un titolo, ma scommetterei immediatamente i miei soldi su Verstappen campione del mondo”.

Quindi dovrà affrontare Charles Leclerc. Kubica non è affatto sorpreso che il Monegasco abbia problemi alla Ferrari. Leclerc avrebbe potuto già vincere la sua seconda gara e le persone che non vedevano che l’arrivo non ne avevano idea, secondo Kubica.

Ti potrebbe interessare: Hamilton sul simulatore: “Non mi piace, ma dovrei approfittarne”

 

Looks like you have blocked notifications!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI