Lewis Hamilton era piuttosto preoccupato poco prima dell’inizio in Ungheria

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton

Lewis Hamilton era piuttosto preoccupato poco prima dell’inizio del Gran Premio in Ungheria. Durante il giro di riscaldamento, Hamilton ha indicato per radio che il motore emetteva il suono come se dovesse andare in stallo. Preoccupazioni per il fatto che il team non abbia potuto rispondere perché non è consentito dalla legge comunicare con il conducente durante quel periodo, spiega l’ingegnere di bordo Andrew Shovlin.

Lewis Hamilton era piuttosto preoccupato poco prima dell’inizio del Gran Premio in Ungheria

Nell’ultimo Mercedes Debrief, Shovlin parla del messaggio di Hamilton che arriva forte e chiaro. Ma rispondere via radio fino all’inizio della gara non è permesso. Qualcosa che Haas ha fatto e quindi ha ricevuto una penalità. Mercedes si è attenuta alle regole, quindi Hamilton era preoccupato.

“Lewis ha segnalato un problema durante il giro di formazione in cui ha detto che pensava che il motore si sarebbe arrestato. Quello che in realtà era un problema del sensore che riguardava solo il motore attorno al controllo del minimo, quindi quando era seduto lì, in attesa di andare nel giro di formazione.

“Ora non è stato un problema, non si sarebbe arrestato e c’è una protezione che impedirà comunque al motore di fermarsi, se ci si trova in quella situazione, ma non potevamo dirgli che andava bene” dice Shovlin. “E questo è a causa delle regole che ti impediscono di parlare con il pilota durante l’intero giro di formazione. Quindi sapevamo che andava bene, ma ha dovuto preoccuparsi un po ‘fino a quando non è uscito dalla linea.”

Ti potrebbe interessare: Wolff: La comunicazione tra Hamilton e il team potrebbe essere migliorata

Sembra che le notifiche siano off!