I dati ufficiali arrivati in queste ore certificano un nuovo calo di vendite per Mercedes in Italia. La casa tedesca, infatti, ha chiuso il mese di maggio con un totale di 6.003 unità vendute in Italia registrando un leggero passo indietro rispetto alle 6.258 unità vendute registrate nel corso del maggio dello scorso anno. Il calo percentuale di Mercedes, relativo al mese di maggio appena concluso, è pari al -4%. La quota di mercato della casa tedesca è ora pari a 3.04%, in leggero calo rispetto al 3.1% dello scorso anno.

Nel parziale annuo, ovvero nel periodo compreso tra gennaio e maggio, Mercedes fa registrare un totale di 27.807 unità vendute. Anche in questo caso, il marchio tedesco ottiene un risultato inferiore a quello registrato nel corso del 2018, quando le vendite complessive furono 29.184. Rispetto allo scorso anno, Mercedes deve fare i conti con un calo percentuale del -4.7%. La quota di mercato di Mercedes dopo i primi cinque mesi del 2019 è pari a 3.06%.

La leadership del settore premium in Italia è ancora di Audi che chiude i primi cinque mesi del 2019 con un totale di 28.579 unità vendute e con un calo di vendite pari al -8.5%. BMW, invece, registra un risultato in linea con lo scorso anno fermandosi a 27.216 unità vendute nel corso dei primi cinque mesi dell’anno.

Per quanto riguarda il gruppo Daimler, invece, ci sono da sottolineare le 11.140 unità vendute di Smart in Italia tra gennaio e maggio (il brand è in calo del 4%) che portano a 38.947 unità il totale di esemplari distribuito dal gruppo nel nostro Paese in questa prima parte del 2019. Daimler chiude i primi cinque mesi dell’anno con un calo del 4.5%.

Per quanto riguarda i modelli di Mercedes, grazie alle 1.828 unità vendute di maggio, la Mercedes Classe A continua ad essere il modello più venduto della casa tedesca con un totale di 8.671 unità consegnate in Italia da gennaio a fine maggio. Rispetto allo scorso anno, la Classe A fa registrare una crescita del +23%. Da segnalare anche le 3.880 unità vendute di GLA che registra un risultato in linea con lo scorso anno. Continua il calo della Classe E che si ferma a 1.657 con una flessione del 25% rispetto ai risultati ottenuti lo scorso anno.