in

Mercedes-AMG SL: un futuro da elettrica?

Nel futuro della Mercedes-AMG SL potrebbe esserci l’elettrificazione. Delle dichiarazioni ufficiali rilasciate da Schafer inducono a sperare.

Mercedes-AMG SL

Mercedes ha annunciato l’elettrificazione dei sottomarchi AMG, Maybach e Classe G. La prima Mercedes-AMG EQS 53 4Matic + completamente elettrica AMG è stata presentata al salone dell’auto IAA di Monaco. Seguiranno altre versioni AMG 43 e 53 per EQE ed EQA. Ma cosa ne pensate di una ipotetica roadster Mercedes-AMG SL “con la spina” come rivale della futura Tesla Roadster?

Mercedes-AMG SL: si insinua la tentazione

In un momento in cui il segmento delle cabriolet e delle roadster è in netto declino, una dichiarazione di Markus Schafer, COO Mercedes-Benz Cars accende le speranze dei fan. L’alto esponente della Casa tedesca ha affermato che, nel momento in cui pensi alla divisione sportiva AMG e ne fai un marchio, allora hanno sicuramente modo di pensare pure a una convertible.

Mercedes-AMG SL

A suo avviso costituirebbe un prodotto davvero attraente e in grado di apportare un grande valore emotivo al brand. Comunque, ha poi evidenziato la necessità di fare delle approfondite riflessioni in merito e sviluppare un mezzo elettrico sotto forma di roadster. Una convertible elettrica di bell’aspetto non è così facile da costruire, ha infine spiegato.

Piattaforma MSA: pro e contro

È alquanto difficile da concretizzare poiché il peso elevato è un serio ostacolo alla dinamica richiesta per un modello del genere. In teoria, Mercedes avrebbe due soluzioni. La prima consiste nell’adattamento della nuova piattaforma MSA (Modular Sports car Architecture) per la propulsione elettrica. Fino ad ora, l’attuale SL si basava sulle fondamenta della più corta Classe E, ma non offriva le garanzie essenziali per una dinamica al top. Ecco perché, nonostante la contrazione della domanda nel segmento roadster e cabriolet, Mercedes ha elaborato la sopra richiamata MSA. E per renderla redditizia, la utilizzerà pure per la prossima AMG GT.

La piattaforma MSA supporta peraltro le versioni PHEV chiamate E-performance in combinazione con motori a 4 o 8 cilindri. L’asse posteriore è elettrificato, un’unità elettrica da 204 CV e 320 Nm che agisce direttamente sull’asse posteriore tramite un cambio a 2 velocità. In teoria, MSA potrebbe essere impiegata per la configurazione elettrica con un motore dell’asse posteriore.

Mercedes-AMG SL: prossima a un bivio?

La seconda soluzione prevede, invece, il ricorso alla piattaforma MEA (Modular Electrical Architecture) di EQS ed EQE che è una elettrica dedicata. Mercedes ha già presentato al Salone di Monaco IAA la prima AMG elettrica, AMG EQS 53 4Matic+ , costruita su tale piattaforma che ha sterzo integrale e sospensioni pneumatiche adattive AMG Ride Control.

Ma in tal caso sussistono due problemi: la batteria da 107,8 kWh si adatta a una piattaforma con un passo accorciato? Come farà la roadster a sostenere un fardello tanto ingombrante? La EQS 580 4Matic+, con batteria da 107,8 kWh e due motori elettrici, segna 2585 kg sulla bilancia. Troppo per una sportiva. Un’opzione sarebbe l’AMG SL con solo un motore elettrico nella parte posteriore e una batteria più piccola. Ma fornirà una portata sufficiente?

Non sappiamo quale decisione assumerà la Mercedes, ma le speculazioni giocano a vantaggio di AMG. Una roadster elettrica sarebbe una via per dimostrare la capacità della divisione di innovare anche nel segmento delle roadster elettriche di punta. Ma la missione non è facile perché il peso è un immane ostacolo per una pura sportiva.

Looks like you have blocked notifications!