Mercedes aumenta il vantaggio sui brand rivali in Giappone

mercedes vendite giappone

Il mercato delle auto d’importazione in Giappone sta vivendo un periodo molto difficile. La crisi legata alla pandemia, infatti, ha causato una netta contrazione delle vendite che ha colpito quasi tutti i brand. Anche Mercedes deve registrare un calo di vendite rispetto allo scorso anno ma, come confermano i dati di luglio 2020, il vantaggio rispetto alle dirette concorrenti continua ad aumentare. Per la casa tedesca, quindi, la leadership del settore è rafforzata. 

Il calo registrato da Mercedes, sia a luglio che nel parziale annuo, è inferiore rispetto a quello fatto registrare dalle dirette concorrenti. Per la casa tedesca, infatti, il mese di luglio si chiude con 4.623 unità vendute e con un calo del -10.4% rispetto ai dati raccolti nel corso del mese di luglio dello scorso anno. Tra le principali concorrenti si segnala il calo del -29% di Volkswagen, che si ferma a 2.537 unità, e il -27% di BMW, che arriva a 2.498 unità vendute.

Mercedes conferma la leadership in Giappone anche dopo i primi sette mesi del 2020

Mercedes realizza risultati analoghi anche nel parziale annuo, ovvero nel periodo compreso tra gennaio e luglio. Nel corso dei primi sette mesi dell’anno, infatti, la casa tedesca ha venduto 29.617 unità in Giappone (si tratta di modelli d’importazione, spesso di alta gamma). Nel confronto con i dati dello scorso anno, Mercedes registra un calo del -19.8% con una quota di mercato del 18.67%.

Le dirette concorrenti della casa tedesca sono in difficoltà. Volkswagen, infatti, si ferma a 20 mila unità con un calo del -26% mentre BMW raggiunge le 18 mila unità con un calo del -32%. Da segnalare il calo del -11.8% di Audi che però si ferma a poco più di 10 mila unità vendute, circa 1/3 delle vendite di Mercedes. Nel corso dei prossimi mesi, il mercato import nipponico dovrebbe registrare una ripresa.

Al momento, Mercedes sembra avere tutte le carte in regola per poter continuare a rafforzare la sua leadership nel settore, riprendendo a crescere ed aumentando il divario rispetto alle dirette concorrenti.

Looks like you have blocked notifications!