Mercedes Co-operative Car concept

Pare che Mercedes abbia dato inizio ai test dei robotaxi in California con l’aiuto di Bosch al contrario di quanto detto dal CEO di Daimler Ola Kallenius che le tecnologie di guida autonoma sarebbero state applicate maggiormente ai veicoli commerciali.

La flotta di veicoli autonomi è composta da circa 30 auto, molte delle quali sono delle Mercedes Classe S dotate di sensori come LiDAR a scansione laser a lunga distanza, secondo alcune fonti di Autonews Europe.

Mercedes Co-operative Car concept
Mercedes Classe S Co-operative Car

Mercedes: alcuni esemplari a guida autonoma testati sulle strade della California

Una di queste ha dichiarato: “Stiamo esaminando dove possiamo migliorare l’efficienza e ottenere sinergie in modo da non duplicare o triplicare inutilmente il nostro lavoro di sviluppo. Questo programma pilota riguarda l’acquisizione dell’esperienza dell’utente“.

Anche se questi robotaxi possono presumibilmente guidarsi autonomamente, è comunque necessaria la presenza di una persona fisica al volante per motivi di sicurezza. Mercedes ha già prestato un’auto con guida autonoma di Livello 4 sulle strade pubbliche a Stoccarda mentre i nuovi test in California segneranno la prima volta in cui gli occupanti non saranno impiegati né da Daimler e né da Bosch.

Lo scorso anno, la casa automobilistica tedesca ha presentato il particolare concept cooperativo basato sulla Mercedes Classe S (chiamata più precisamente Co-operative Car), caratterizzato da un sistema di segnalazione luminosa a 360° per comunicare con i pedoni e gli altri utenti della strada.

Le luci lampeggiano in diversi modi per informare gli altri automobilisti o i pedoni che la vettura sta per frenare o per iniziare a muoversi. È possibile vedere comunque il funzionamento nel breve video sottostante.