Mercedes continua a dominare il mercato delle auto d’importazione in Giappone. Nonostante un forte calo di vendite registrato nel corso del mese di ottobre, infatti, il marchio tedesco conserva il suo ruolo di primo piano sul mercato nipponico ed, in particolare, nel segmento riservato alle auto prodotte al di fuori dei confini del Giappone che rappresenta una nicchia dell’intero mercato nipponico che comprende, prevalentemente, auto premium e di lusso. Anche ad ottobre Mercedes è il marchio che registra il maggior numero di unità vendute.

Nel corso del mese di ottobre, infatti, Mercedes ha venduto un totale di 3,704 unità in Giappone registrando un calo di quasi 1.000 unità rispetto ai risultati ottenuti nel corso dell’ottobre dello scorso anno. In termini di calo percentuale, Mercedes deve fare i conti con una contrazione delle vendite pari al -20% ad ottobre. Nonostante questo forte calo, la casa tedesca conserva la sua leadership potendo contare su di un market share del 19%.

Mercedes continua a dominare il mercato delle auto d’importazione in Giappone anche se consideriamo i dati parziale del 2019. La casa tedesca, infatti, ha totalizzato 52,831 tra gennaio e ottobre registrando un leggerissimo calo (-1.4%) rispetto ai risultati ottenuti nello stesso periodo dello scorso anno. Il periodo considerato si chiude con un market share del 18.3% per Mercedes che riesce a limitare le perdite in un mercato che, globalmente, perde il 3.3%.

Mercedes aumenta il divario con i marchi rivali in Giappone

La leadership di Mercedes si rafforza considerando che le dirette concorrenti registrano nel corso del 2019 un netto calo delle consegne. Volkswagen, ad esempio, si ferma a 39 mila unità vendute con un calo del 7.5% rispetto allo scorso anno. BMW, invece, si deve accontentare di poco più di 38 mila unità vendute con un calo del 3.7% mentre Mini si ferma a 20 mila unità con un calo del 2.7%. In difficoltà anche Audi che si ferma a 19 mila unità vendute con un calo 7%.