I campioni di Formula 1 di Mercedes hanno dominato i circuiti virtuali dello sport mercoledì con il giocatore britannico Brendon Leigh che ha iniziato la difesa del titolo di F1 Esports con due vittorie in tre gare.

L’ex portiere diciannovenne, vincitore del primo campionato Esports ad Abu Dhabi lo scorso novembre prima che le squadre fossero coinvolte, era sembrato pronto per una tripletta dopo aver vinto nel Gran Premio australiano e cinese.

Leigh ha anche guidato l’ultimo giro del difficile circuito di Baku, ma ha commesso errori che hanno permesso al corridore danese della Toro Rosso, Frederik Rasmussen, di superarlo ad un passo dal traguardo  e di vincere di un soffio il terzo Gran Premio.

Mercedes domina anche i primi Gran Premi della F1 Esports

Leigh, che è diventato professionista e ha perso 20 chili da quando ha vinto un titolo che ha cambiato la sua vita, è arrivato secondo e ha superato il suo compagno di squadra Mercedes, l’ungherese Daniel Bereznay, di 27 punti.

Il britannico ha 68 punti, Bereznay 41 e Rasmussen 27. Leigh, seduto insieme a tutti gli altri piloti nelle monoposto di gara della Gfinity Arena, ha controllato l’apertura di Albert Park dalla pole position con Bereznay secondo prima che una penalità di tempo per l’eccesso di velocità nella pitlane lo portasse al sesto posto.

Mercedes  domani anche nei primi round di F1 Esports

Dopo aver iniziato la seconda gara, a Shanghai, dal quinto posto in griglia dopo una difficile qualificazione, l’attuale campione ha fatto il suo pit stop obbligatorio più tardi nella gara e ha combattuto contro il duo Force India composto da Fabrizio Donoso Delgado e Marcel Kiefer riuscendo a garantire a Mercedes un’altra doppietta.

Ma nella terza e ultima gara della giornata, sul circuito di Baku Street, Rasmussen della Toro Rosso si è impegnato in una splendida battaglia con Leigh e Bereznay nelle fasi finali della gara.

Nove dei 10 veri team di Formula 1, tutti tranne la Ferrari, sono coinvolti nella rinnovata serie F1 Esports Pro con titolo piloti e costruttori e un montepremi di 200 mila dollari.