Il mercato europeo chiude il primo trimestre in netto calo (-25.6%) a causa della crisi registrata a marzo (-55.1%) dovuta alla diffusione del Coronavirus in tutto il continente. Per Mercedes, i risultati raccolti nel corso dei primi tre mesi dell’anno sono, complessivamente, negativi. Dopo il leggero calo registrato al termine dei primi due mesi dell’anno, il mese di marzo è come prevedibile segnato da un forte calo delle consegne.

Il marchio tedesco ha chiuso il mese di marzo con un totale di 37 mila unità vendute (circa 20 mila unità in meno rispetto ai dati del marzo del 2019). Nel confronto con lo scorso anno, le vendite del marchio tedesco fanno registrare un calo del -34%, un risultato decisamente meno negativo del previsto che porta la quota di mercato dal 4.6% al 6.7%.

Al termine del primo trimestre del 2020, inoltre, Mercedes fa segnare un totale di 140 mila unità vendute con un calo del -13.5% nel confronto con i dati raccolti nel corso del primo trimestre dello scorso anno in Europa. La quota di mercato del marchio cresce passando dal 4.9% al 5.6%.

Da segnalare, inoltre, che il brand tedesco conserva la leadership del settore premium facendo meglio di BMW, che si ferma a 132 mila unità vendute (-11%), e Audi, che chiude il trimestre con 120 mila unità vendute (-18.8%).

Forte calo in Italia, Regno Unito e Francia, perdite limitate in Germania

A pesare in modo particolare sui risultati ottenuti da Mercedes nel corso del primo trimestre in Europa sono i dati raccolti in Italia dove, a causa di un mese di marzo da -75% nelle vendite, la casa tedesca si ferma a 10 mila unità vendute nel trimestre con un calo del -38%. Calo limitato nel mercato interno. In Germania, infatti, Mercedes sfiora quota 60 mila unità vendute con un calo del -10% rispetto allo scorso anno. Da notare che Mercedes fa molto meglio dell’intero mercato tedesco, in calo del -20% nel trimestre.

Dati negativi, invece, arrivano dal Regno Unito dove Mercedes ha venduto 34 mila unità nel corso del primo trimestre con un calo del -35% rispetto allo scorso anno. In Francia, invece, la casa tedesca si ferma a 9 mila unità vendute facendo registrare un crollo delle consegne che, rispetto al primo trimestre dello scorso anno, calano del -42%. Ricordiamo che la Spagna, quinto mercato europeo, non ha diffuso i dati definitivi per il mese di marzo a causa dell’emergenza sanitaria.