Al termine dei primi 8 mesi di 2018, Mercedes ha venduto circa 222 mila unità negli Stati Uniti registrando un calo percentuale del -5.3%. Si tratta di un risultato chiaramente negativo che è legato alla flessione di alcuni modelli chiave della gamma del costruttore tedesco.

In particolare, c’è da segnalare il calo della Mercedes Classe C che, negli USA, ha venduto un totale di 37 mila unità nel corso dei primi 8 mesi del 2018 registrando una flessione del -28% rispetto allo scorso anno. In calo anche le vendite della GLS, che si ferma a 12 mila unità (-37%), e della GLE, che chiude i primi 8 mesi con 30 mila unità vendute (-10%). In totale, questi tre modelli registrano ben 27 mila unità vendute in meno nel confronto trai primi 8 mesi del 2017 ed i primi 8 mesi del 2018.

Le note positive per Mercedes arrivano, soprattutto, dalla GLC che raggiunge quota 44 mila unità vendute, risultando il modello più venduto del marchio tedesco, con una crescita percentuale del +57%. Bene anche la CLA che raggiunge quota 14 mila unità vendute con un ottimo +17%. In leggera crescita (+1.5%) la GLA che si ferma a poco meno di 15 mila unità vendute.

Stabili, invece, le vendite della Classe E che tocca quota 27 mila unità vendute con una flessione del -0.88%. L’ammiraglia Classe S sfiora le 10 mila unità vendute con un +0,3% rispetto allo scorso anno. In calo anche la Classe G che supera di poco le 2 mila unità vendute con una flessione del -24%.

Staremo a vedere, nel corso dei prossimi mesi, come andranno le vendite di Mercedes nel corso degli ultimi quattro mesi del 2018. E’ chiaro che la casa tedesca, in calo del -5.4% tra gennaio ed agosto, necessita di una decisa accelerata per tornare a crescere quanto prima in un mercato chiave come gli USA.