Le prime due Mercedes appartenenti alla roadmap 2019 ad arrivare sul mercato sono la CLA (confermata per il debutto ufficiale in occasione del CES di Las Vegas) e il Mercedes GLC che molto probabilmente verrà presentato a Detroit o a Ginevra assieme alla versione Coupé.

Anche se si tratta soltanto di un restyling, la prossima generazione del SUV compatto sarà molto importante per il brand automobilistico di Affalterbach in quanto andrà a scontrarsi direttamente con diversi modelli come i nuovi BMW X3, Audi Q5 e Volvo XC60. In breve, Mercedes ha bisogno di aggiornare il design, introdurre più motori e aggiornare il pacchetto tecnologico.

Mercedes GLC: il prossimo facelift si mostra in un nuovo filmato postato su YouTube

Il mercato europeo dei SUV non può ancora allontanarsi definitivamente dal diesel ma per fortuna, dal debutto del Mercedes GLC, la Stella di Stoccarda ha investito parecchio nello sviluppo di nuovi propulsori. Ad esempio, il 2.2 litri verrà sostituito da un nuovo 2 litri che proporrà una potenza di 160 CV nel GLC 200 d e di 194 CV nel GLC 220 d.

Purtroppo non siamo sicuri al 100% delle modifiche che verranno fatte sui modelli 250 d e 350 d ma l’ultima generazione della Classe C (strettamente correlata al SUV) ha adottato un motore biturbo da 245 CV nella versione 300 d. Oltre a questo, molti si chiedono se i nuovi propulsori a 6 cilindri in linea riusciranno ad adattarsi al nuovo modello.

Per quanto concerne il Mercedes GLC 43 AMG, questo proporrà delle performance superiori rispetto alla precedente generazione passando da 367 CV a 390 CV, pur mantenendo il vecchio V6. Tuttavia, il marchio di Affalterbach dovrebbe rendere disponibile lo Sport Utility Vehicle anche con un motore turbo a benzina da 198 CV per il GLC 200 e da 258 CV per il GLC 300.

Riguardo il design, l’ultimo video spia postato su YouTube dal noto leaker WalkoART ha rivelato diverse caratteristiche che conosciamo già poiché prese in prestito dalla gamma della Classe C. Le revisioni saranno applicate maggiormente ai fanali posteriori e ai paraurti.

È possibile anche vedere ad un certo punto l’abitacolo, il quale avrà lo stesso sistema di infotainment dell’ultimo restyling della berlina. Tuttavia, non si tratterà del sistema MBUX presente sui modelli Mercedes più recenti. Infine, il nuovo Mercedes GLC sarà disponibile con sterzo, comandi e cruscotto digitale aggiornati.